Questo sito contribuisce alla audience di

Processo di Napoli: parla Stagnoli, il vice di Collina

Nuova puntata del processo di Napoli, e tanto per cambiare non escono fuori notizie buone per i PM. Il vice di Collina, ed ex guardalinee ha detto due cose importanti: 1) la preparazione degli arbitri non[...]

vecchio logo juve

Nuova puntata del processo di Napoli, e tanto per cambiare non escono fuori notizie buone per i PM. Il vice di Collina, ed ex guardalinee ha detto due cose importanti:
1) la preparazione degli arbitri non teneva conto dell’elenco dei diffidati - ma comunque si poteva sapere da altre fonti - e De Santis non gli ha mai parlato di diffidati;
2) ma soprattutto afferma che la preparazione del lavoro è uguale oggi come ieri, ovvero Collina - il puro - lavora nello stesso modo in cui lavoravano ieri Bergamo e Pairetto.

Di seguito la trascrizione della seduta - l’ho presa da qui. Si capisce anche perché molti testi della difesa non si fanno vedere. I PM hanno torchiato il teste e hanno probabilmente lo accuseranno di falsa testimonianza…

Avv.Gallinelli: Ricorda se c’era qualche giocatore diffidato del Milan in quella gara?
Stagnoli: Non ricordo, ma non faceva parte della preparazione delle gara degli arbitri saperlo.
Avv.Gallinelli: Ma De Santis non vi dava indicazioni sul punto?
Stagnoli: Assolutamente no.

Avv. Bonatti: In queste occasioni Lei ebbe modo di notare se i due dessero maggiore enfasi ad errori che riguardavano particolari squadre?
Stagnoli: Ma no, si sviscerava di tutto e si commentava tutti insieme, solo per migliorare le nostre prestazioni, sia positivamente che negativamente.
Avv. Bonatti: Lei ora ricopre una carica in questo organo. Oggi è cambiato qualcosa sotto il profilo del commento delle gare?
Stagnoli: Se si riferisce agli errori, è come prima, ma anche prima si vedevano. Si commenta per far sì che non succedano più; e anche le cose positive, quelle fatte bene. Non ho visto nessuna differenza.
Avv. Bonatti: Nell’attuale gestione di Collina si respira un clima paragonabile a quello di prima?
Stagnoli: Le modalità degli incontri sono le stesse: gli arbitri si vedono 23 volte all’anno, mentre gli assistenti una volta al mese. Magari è aumentata le tecnologia, ma il sistema dell’istruzione tecnica non è variato.

Ultimi interventi

Vedi tutti