Questo sito contribuisce alla audience di

Notizie flash di Ottobre

Notizie e avvenimenti o "short news" dal Kenya, accadute nel mese di Ottobre. Ringrazio Giorgio G. Ferro per le news e Anna pollono per avermele girate.

bandiera kenyota03.10.08. Servizi bancari. La banca locale Equity Bank è in forte espansione con nuove succursali aperte anche nelle zone rurali. Tuttavia sembra siano a corto di personale qualificato con alcune succursali che hanno solo un cassiere in servizio e di conseguenza causano lunghe code davanti l’unico sportello. Per alleviare il problema, almeno temporaneamente, la dirigenza ha installato un televisore in tutte le sale bancarie per intrattenere i clienti mentre aspettano di essere serviti.
04.10.08. Rinascimento spirituale. Le “chiese” cristiane immatricolate in Kenya hanno raggiunto il numero di oltre 10.000 (diecimila) denominazioni con 700 in attesa della registrazione e 70 nuove domande inoltrate ogni mese. La statistiche indicano l’”industria” della religione come tra la piú fiorenti imprese economiche del paese. Ci sono tuttavia delle lamentele circa l’uso che “pastori” “apostoli” e “vescovi” uomini e donne fanno delle offerte in denaro raccolte. La KACC (commissione anti corruzione) sta investigano 120 casi di denunce da parte di un numero di “fedeli”.
06.10.08. Nairobi International Fair . Secondo un giornalista la recente fiera di Nairobi non ostante il nuovo titolo altisonante è stata mal organizzata con molte baracche vuote, immondizia dappertutto, e lunghe code per pagare il biglietto d’entrata di Sh 200 (due euro) che non ne valeva la spesa. Il sito è stato fino a pochi giorni fa un accampamento di rifugiati interni. Secondo il giornalista c’era poco da vedere eccetto i venditori di gelati e i rosticcieri di salcicce. Ma forse il giornalista è capitato lì il giorno sbagliato (ndr Sandro Murtas).Nairobi International Trade fare

08.10.08. Verso la terra promessa. La polizia, sulla strada di Mombasa, ha intercettato un container che trasportava 67 illegali ethiopici, in viaggio per il Sud Africa dove i trafficanti gli avevano promesso impiego al costo di Ksh 200.000 (euro 2.000) per persona. Gli illegali arrivano a Nairobi dai confini del nord, con documenti falsi o senza documenti che poi acquistano dai trafficanti in Nairobi. Il container è stato bloccato ala fermata di una stazione di servizio dove qualcuno notava le urla dei “passeggeri” che rischiavano di morire di sete o soffocati.
11.10.08. Obama mania. Gli abitanti, politici e le autorità locali domandano ad alta voce l’estensione dell’aeroporto di Kisumu per metterlo in grado di ricevere l’aereo Air Force One, quello ufficiale del presidente americano. Evidentemente sono sicuri della vittoria di Obama nelle elezioni presidenziali del prossimo mese e si aspettano che visiti la terra ancestrale di suo padre a breve scadenza. Il ministro dei trasporti li ha assicurati che il rinnovo dell’aeroporto è giá in atto ma non sará finito prima del 2010.
12.10.08. Maasai-kultur. Ieri due Maasai, un uomo e una donna, sono stati multati Sh 40.000 (euro 400) ciascuno o un anno in prigione dal tribunale di Kajiado per aver dato in matrimonio due bambine minorenni di 13 e 14 anni, previo compenso di quattro bovini e Sh 19.000 (euro 190) ognuno. La pratica, benché illegale, è ancora largamente praticata non solo per ragioni di tradizioni tribali ma oggigiorno anche per motivi di miseria della quale molti pastoralis soffrono.
14.10.08. Internet Kenya. Per gli “amici del Kenya” si rende noto l’entrata in servizio dei siti o portali “www” in inglese e italiano: magicalkenya.com; kenyacolors.com; maldimalindi.blogspot.com; outofitaly.com; tuttokenya.com; malindikenya.net; Ques’ultimo è particolarmente raccomandato. L’Italia é correntemente al terzo posto mondiale per il numero dei turisti che visitano il Kenya.
22.10.08. Non abolite la minigonna. Secondo un sociologo locale la campagna intrapresa da alcuni stati africani contro la moda della minigonna come una “invenzione di satana per tentare gli uomini al peccato” è una stupidaggine e l’argomento che sia offensiva alla “cultura africana” suona di grossa ignoranza. Nei musei e archivi nazionali ci sono diecine di fotografie, precedenti l’era coloniale, che fanno vedere le donne africane coperte da un pezzo di stoffa non piú grande di un fazzoletto al confronto dei quali la donna in minigonna appare ultra coperta. Sarebbe piuttosto desiderabile una norma che determini, in centimetri, quando l’abito è accettabile e quando invece diventa una “minigonna offensiva”.
24.10.08. Polizia stradale con le ruote. Tutti si lamentano dei numerosi incidenti stradali, con gravi perdite di vite umane, sovente causati dai matatu (pulmini) stracarichi che violano tutte le regole del traffico e sono ignorati dalla polizia ai posti di blocco o lasciati passare previo pagamento del “chai o kitu kidogo” (mancia agli agenti) Si viene ora a sapere che centinaia di matatu sono di propietá dei poliziotti o dei loro superiori e quindi godono di “immunità” dall’osservanza del codice stradale.
28.10.08. Ritorna il prete d’assalto. È il missionario irlandese padre Gabriel Dolan, che per quasi 20 anni in Kitale, come capo della Commissione Pace e Giustizia della diocesi è stato la “bestia nera” (bianca) delle autorità locali, come difensore dei “senza voce” gli oppressi, rifugiati, ammalati senza medicine, detenuti senza processo e flagello dei corrotti amministratori, poliziotti ecc. È stato piú volte arrestato e malmenato dalla polizia, imprigionato per diversi giorni ma mai portato in tribunale. Sotto la minaccia d’espulsione, i superiori lo richiamavano in patria per un anno di “studi”. Ora è ritornato ma dislocato distante da Kitale a Mombasa dove continua a flagellare settimanalmente le autorità, non piú in piazza ma sulle pagine del quotidiano The Daily Nation.
Matatu in fila a Mombasa

Ultimi interventi

Vedi tutti