Questo sito contribuisce alla audience di

Tribù Galla

La tribù Galla o Oromo, appartiene al gruppo dei Cushiti, di religione musulmana, parla la lingua Oromo.

ritratto di ragazza Oromo o GallaI Galla si definiscono Oromo o Orma e sono pastori semi-nomadi, ben conosciuti per la loro altezza, il fisico asciutto e i loro bei volti. Vivono nei deserti del Sud Est del Kenya con l’eccezione del periodo delle piogge, quando spostano le loro greggi nelle terre interne. Gli Orma sono il residuo della potente nazione Galla d’Etiopia e Nord Kenya. Verso la fine del diciannovesimo secolo, la guerra con i vicini forzò la tribù Orma ad emigrare a Sud, alcuni si insediarono nel ricco delta del fiume Tana, altri ad Ovest del fiume. Gli Orma sono chiamati anche Galla, specialmente in Etiopia, ma loro non si considerano così perché lo ritengono umiliante. Il bestiame è il loro basilare mezzo di sopravvivenza, allevano le bianche bestie dalle lunghe corna che sono gli zebù, considerate le migliori in Africa. Gli zebù sono usati anche per pagare il ‘prezzo’ della moglie e sono macellati in occasione di matrimoni e funerali. Sostanzialmente gli Orma vivono allevando bestiame, capre e pecore e agli uomini che possiedono più di mille capi, sono riservati particolari riconoscimenti nelle loro comunità. La carne è il principale alimento degli Orma, integrato dal latte e dal sangue di vacca. Mangiano inoltre mais, riso, fagioli e bevono tè. L’arida regione del Tana river non è favorevole all’agricoltura, essi hanno pochi vegetali nella loro dieta e quello che gli occorre deve essere acquistato da altre tribù. Questo non è un obiettivo facile da raggiungere, la scarsità d’acqua spesso porta a delle lotte armate tra tribù. Gli Orma vivono in capanne rotonde fatte di stuoie ed erba costruite dalle donne, quando la famiglia emigra con il bestiame la capanna viene smontata e caricata sulle bestie insieme ai beni familiari. Una versione più grande di queste capanne è usata da quelli che vivono in villaggi permanenti. accampamento nomade nei pressi del Tana river
Un uomo Orma normalmente ha una sola moglie, benché la poligamia sia consentita. Speciali cerimonie che durano sette giorni sono riservate alla nascita di bambini. La madre rimane reclusa per quaranta giorni dopo il parto, poi una festa è preparata dalle altre donne del villaggio ed al bambino/a sono riservati altri sette giorni di feste. Se il bambino/a è il primo nato della coppia i genitori aggiungono al nome del nuovo nato/a aba (padre) o hada (madre). I funerali Orma sono degli eventi interessanti. I familiari del defunto si infliggono delle ferite graffiandosi il viso ed il corpo per dimostrare afflizione. Negli Orma la linea di discendenza è patrilineare o attraverso i maschi. La mascolinità nei comportamenti, nei rituali e nei simbolismi è consuetudine, il coraggio e l’etica guerriera sono messe in risalto. Cavalcare, tirare la lancia e lottare sono prestazioni ammirate e quelli che hanno ucciso un animale pericoloso od un nemico sono onorati. Gli Orma sono musulmani al 100% e sono così da tre o quattro generazioni, sono fedeli alla religione e seguono tutti i rituali e le feste dell’Islam. Molti Orma non hanno mai sentito pronunciare il nome di Gesù e se lo hanno sentito è solo attraverso l’insegnamento islamico, dov’è affermato che Gesù era semplicemente un profeta, un insegnante e un buon uomo, ma non che sia il figlio di Dio. La religione originaria degli Orma include la credenza che il Dio Creatore sia associato al cielo. Essi riconoscono l’esistenza di molti spiriti e li associano con vari aspetti in natura, come la cima delle montagne, alberi, boschi, fiumi e sorgenti. Queste credenze sono a quanto sembra, associate alla loro credenza islamica. Penetrare nella religione islamica è molto difficile, quattro missioni stanno tentando di convincere gli Orma, ma al momento ci sono state soltanto quattro conversioni. Parti del Nuovo Testamento sono disponibili nella loro lingua, ma meno del 5% di loro sa leggere e così la conoscenza delle Sacre scritture è molto limitata. donne oromo

Ultimi interventi

Vedi tutti