Questo sito contribuisce alla audience di

Belle e selvatiche

“Belle e selvatiche”, il libro scritto da Patrizia Cecconi ed edito da Chimienti, è un vero e proprio elogio delle erbacce. Sì, proprio delle erbacce che crescono dove vogliono e non si lasciano[...]

“Belle e selvatiche”, il libro scritto da Patrizia Cecconi ed edito da Chimienti, è un vero e proprio elogio delle erbacce.

Sì, proprio delle erbacce che crescono dove vogliono e non si lasciano comandare ed ammaestrare.
Quelle bistrattate e combattute da eliminare ad ogni costo e con qualunque mezzo, veleni compresi.
Sono libere e disponibili sono ricche di principi attivi e, per ora, non hanno prezzo, sono “beni comuni” e non hanno padroni, né multinazionali pronte a sfruttarle.

L’autrice ha scoperto che al mondo vegetale vengono applicati gli stessi meccanismi che guidano le scelte economiche e quindi gli stessi pregiudizi applicati agli esseri umani.

Pentalogo delle erbacce
1. Una pianta di facile propagazione è detta “infestante” se cresce spontanea, ma se la stessa pianta è acquistabile dal vivaio è detta “tappezzante”. Potere della lingua italiana!!
2. Se osservi bene i comportamenti umani rivolti alla natura spontanea, scoprirai che gli stessi principi si applicano anche al resto del mondo…e le conseguenze non sono proprio accettabili!!
3. Non dimenticare che un bene liberamente disponibile, e magari disprezzato, si trasforma in bene economico, con i diritti e i limiti conseguenti, se qualcuno se ne appropria e gli attribuisce un prezzo. Le erbe spontanee non fanno eccezione.
4. Se riesci a vivere il rapporto tra cultura e ambiente naturale in modo “eccentrico” rispetto al metro economico di valutazione del bello e dell’utile, ma “centrato” sul rispetto della libertà e diversità degli elementi naturali, scoprirai che la prospettiva da cui ti poni avrà cambiato anche la tua percezione estetica.
5. Lasciare” libertà di cittadinanza e di asilo” nei campi e nei giardini alle erbe spontanee, ti permetterà di utilizzarle senza distruggerle e alla fine ti porterà ad apprezzare la loro bellezza…anche se non si paga!!
(P.Cecconi).

E’ un libro molto interessante che offre nozioni di botanica, richiami alla filosofia della natura, preparati officinali, gustose ricette gastronomiche e suggerimenti per un giardino davvero molto particolare.
Buona lettura!
Patrizia Cecconi, di formazione socio-economica, si è avvicinata al mondo vegetale per passione. Nel 2006 ha costituito un’associazione culturale con la quale propone iniziative di educazione ambientale.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati