Questo sito contribuisce alla audience di

Tutto su mi* figli*

Il libro di cui desidero parlare è “Tutto su mi* figli*” di Buci Sopelsa, edito da Terraferma. Riporto fedelemente dal sito della casa editrice. Una storia vera, in un racconto così lieve e[...]


Il libro di cui desidero parlare è “Tutto su mi* figli*” di Buci Sopelsa, edito da Terraferma.
Riporto fedelemente dal sito della casa editrice.
Una storia vera, in un racconto così lieve e divertito da sembrare finto, in un diario così preciso e allarmato da non sembrare falso; un viaggio alla scoperta di un figlio quarantenne, separato, innamorato, con un segreto; una rivelazione che arriva da New York, una curiosa vigilia di Natale in una ancor più curiosa famiglia, le conversazioni on line con quanti pensano che due generi (maschile e femminile) siano effettivamente pochi; un’esplorazione di sé e di tre o quattro mondi paralleli, tra rose telematiche, pizze transgender, piccoli drammi, mutilazioni progettate, sorrisi, non reazioni.
Infine, come nelle migliori tradizioni, i più classici “lieti fine”: un anello, un matrimonio, un bambino.
Ma non in quest’ordine.
Buci Sopelsa, veneziana, pittrice, designer, stilista, racconta con sincerità disarmante la storia di un rapporto, quello con suo figlio Aug, uomo bello, atletico, con un lavoro appagante e un comune infortunio matrimoniale, che dà vita a un alter ego femminile.
Due personaggi a tutto tondo, simpatici, intriganti, con un problema che interessa tutti: che cos’è una persona?

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati