Questo sito contribuisce alla audience di

Madonna... scomunicata? Una storia controversa.

Madonna, un'artista molto controversa, al centro delle cronache mondiali da qualche tempo. Da una parte troviamo un personaggio di spettacolo che non esita a creare scene al limite della dissacrazione della religione, dall'altra troviamo una donna impegnata nel campo del sociale con tutta una serie di iniziative in favore dell'infanzia abbandonata, nonché delle popolazioni arretrate di tutto il mondo. EPHEMERIS non poteva rimanere insensibile di fronte ad un personaggio tanto discusso e chiacchierato da una parte, apprezzato ed ammirato dall'altra.

Roma
Madonnae imminêre anathĕma ecclesiasticum
Cum Madonna cantrix popularis in spectaculo suo coronâ spinosâ capiti impositâ pendeat e cruce, summae Vaticanae Sedis auctoritates postulant ut eadem ex Ecclesiâ Catholicâ excludatur. At regina musicae popularis his minîs nequaquam sollicitata annuntiat magna incepta caritatis suae demonstrandae.





44.jpg
Ersilio Tonino Cardinalis dicit Madonnam agere, quasi habeat missam nigram


Ipso die Dominico, ipsâ Româ in urbe sacrâ istaec mulier iterabit spectaculum suum. Madonna cantrix iter faciens mundanum spectaculo suo in odium incurrit Ecclesiae Catholicae. Coram 75.000 (septuaginta quinque milibus) Italianorum eadem mulier duobus diebus pendebit e cruce speculis confectâ necnon tamquam Iesus geret‚ coronam de spinis’.(Matth.27,29). Relator actorum diurnorum Britanniae, q.t. Mirror, affirmat hoc spectaculum esse „lapidem fundamentalem”, quem Madonna 47 annos nata supponeret programmati suo.

At virîs Vaticanîs Madonnae spectaculum parum placet. Ersilio Tonini Cardinalis dicit istâ re blasphemicâ contaminari crucem Iesu, et bene scit in hac re sibi assentire Papam Benedictum.

Archiepiscopus Ravennas 86 annos natus, qui propter animi sui lenitatem appellatur „Cardinalium Mater Theresia”, nunc postulat, ut cantrix Americana ex Ecclesiâ Catholicâ excludatur. Cardinalis irâ incensus diurnario illius „Mirror” dixit haec: “Satanistae quoque male abutuntur rebus sacrîs in missîs suîs nigrîs. Haec cantrix sequitur illos.”

Se erogaturam esse tres miliones dolariorum pro Africanîs parvulîs orbatîs

Num Madonna est catholica? Nonne eadem sequitur Iudaeicam doctrinam mysticam? Reverâ Madonna baptizata et educata est ritu catholico, sed annîs nonagenariîs exeuntibus se adiunxit motui Cabbalae Iudaeico. Tamen eadem numquam formaliter se exclusit ex Ecclesiâ Catholicâ.





45.jpg
“Puella materialis” hodie gerit coronam spinosam

His diebus Madonna opprobriis Vaticanorum opponit magna opera caritatis suae futurae annuntianda. Nam haec cantrix dicit se velle Africanos parvulos orbatos adiuvare compluribus milionibus dolariorum. Madonna relatori horrei nuntiorum Americani, c.t. Time, dixit se iam ex annis quaeritare „aliquod inceptum magnum, cui adhaerescam summîs viribus”.

Ex quo tempore sibi ipsi esse liberos, se mundum aliter considerare; itaque: „Equidem ipsa” inquit „sentio me esse responsabilem parvulîs huius mundi”. Hac autem sententiâ eadem videtur congruere cum communitate suâ religiosâ. “Cabbala cum alia tum praecipuê nos docet nos in hanc terram allatas esse, ut alios homines adiuvêmus”.

Regina musicae popularis conquirere vult tres miliones dolariorum Americanorum (i.e. ferê 2,4 miliones euronum). Praeterea ipsa dare vult unum milionem, ut fiat cinêma documentarium, quo monstrêtur egestas flebilis parvulorum orbôrum in Malaviâ degentium. Porro Madonna unâ cum Godefrido (Jeffrey) Sachs, directore programmatis Unitarum Nationum millennarii, praedisponit inceptionem, qua in quodam vico Malaviano methodi agriculturae et cura valetudinis publica fiant meliores.

Hanc relationem d.4. m.Aug. a.2006 in periodico interretiali, c.t. „sueddeutsche.de/AP” inventam e Theodisco sermone in Latinum convertit Nicolaus Groß praeceptor Sedis interretialis domûsque editoriae, quae appellatur LEO LATINUS: http://www.leolatinus.com

Scripsit Nicolaus Gross - 21/10/2006 13h39

COMMENTO

In questi ultimi tempi la celebre rockstar americana, Madonna, ha fatto parlare molto di sè. Due i motivi fondamentali che la vedono al centro delle cronache: uno spettacolo ritenuto blasfemo tenuto a Roma, in cui si è presentata sulla scena appesa ad una croce, tenendo sul capo una corona di spine simile a quella posta, secondo la tradizione evangelica, sul capo di Gesù. Questo spettacolo ha suscitato una forte ed immediata reazione da parte degli organi ecclesiastici, Vaticano incluso. Ma in particolare la reazione del cardinale Ersilio Tonini è stata quella che ha colpito maggiormente il pubblico, perché preluderebbe inevitabilmente ad una scomunica da parte della Chiesa Cattolica, di cui la cantante sarebbe una fervente osservante, nonostante le sue simpatie per una corrente giudaica.

Altro motivo che tengono viva l’attenzione del pubblico verso la cantante, è il suo forte impegno nei confronti del bambini orfani e bisognosi di cure di tutto il mondo, tanto da aver predisposto una grossa cifra in sostegno della sua campagna.

Questi aspetti che della vita e dell’attività di Madonna, fra loro contrastanti, contribuiscono a creare intorno all’artista un clima di curiosità mista a sorpresa, che tuttora perdura.

Il cronista di EPHEMERIS, Nicholas Gross, analizza in questo suo reportage tutta la situazione riportando interessanti dettagli della controversa vicenda, incluso le dichiarazioni della diretta interessata fatte alla stampa internazionale, tra le quali si sottolineano le prese di posizione dei quotidiani MIRROR e TIMES. Molto dettagliato il programma di aiuti in favore dell’infanzia esposto dalla cantante, cui si aggiungono varie iniziative per incentivare sia l’agricoltura nei paesi più arretrati sia i servizi sanitari.