Questo sito contribuisce alla audience di

Breves nuntii ex EPHEMERIS latine editi

EPHEMERIS continua a tener d'occhio tutti gli avvenimenti di quest'ultima settimana di dicembre, tra cui quello che ha colpito maggiormente l'opinione pubblica mondiale, e soprattutto gli Stati Uniti, cioè il fallito attentato del giovane Nigeriano che pur essendo stato segnalato alle autorità olandesi come elemento pericoloso, era sfuggito alla vigilanza degli agenti aereoportuali.

aereo_di_linea

BREVES NUNTII EX EPHEMERIS

Petro Moore, obsidi Britannico per triginta menses in Iraquia detento, libertas restituta est; quattuor tamen satellites cum eo capti iam diu occisi sunt.

Vectigal carbonii, a Gallorum praesidente Nicolao Sarkozy hodie propositum ut anno proximo ineunte vigeret, a senatoribus reiectum est.

Russia et Ucraina de aucto portorio, ut petroleum Europam versus perfluat, convenerunt: desinunt ergo Russorum minae in Unionem Europaeam.

Akmal Shaikh, civis Britannicus, in Sinis stupefactivorum pharmacorum mercaturae accusatus capitisque damnatus die Martis occisus est: ideo minister Britannicus rerum externarum acriter regimen Sinense increpuit.

In Perside plurimi regiminis oppositores post reclamationes et violentiam in vincula coniecti sunt.

Alcaeda per interrete sibi tribuit culpam ictus tromocratici ab iuvene Nigeriano temptati futuras caedes promittens.

******************
COMMENTO:

Come di consueto vi riporto i principali servizi di cui si è occupato EPHEMERIS in quest’ultima settimana di dicembre. Ovviamente l’episodio che ha colpito maggiormente l’opinione pubblica mondiale è il fallito attentato del giovane nigeriano a bordo di un aereo di linea diretto a Detroit.

1. Peter Moore, prigioniero Britannico tenuto in ostaggio per trenta mesi in Iraq, è stato rimesso in libertà; purtroppo quattro colleghi catturati insieme a lui sono stati uccisi già da tempo.

2. Una tassa sul carbone proposta oggi dal presidente francese Sarkozy per entrare in vigore l’anno prossimo è stata respinta dai senatori.

3. Russia e Ucraina si sono messe d’accordo sulla tassa portuale, affinché il petrolio scorra liberamente verso l’Europa, venendo meno quindi le minacce dei Russi nei riguardi dell’Unione Europea.

4. Akmal Shaikh, cittadino britannico accusato in Cina di traffico di stupefacenti e condanato a morte nel mese di Marzo è stato ucciso; pertanto il ministro britannico degli Affari Esteri ha protestato energicamente nei confronti del governo cinese.

5. In Iran moltissimi oppositori del regime sono stati messi in carcere dopo la loro protesta.

6. Al Qaeda su Internet si è attribuita la responsabilità dell’attentato terroristico progettato da un giovane Nigeriano, promettendo prossime stragi.