Questo sito contribuisce alla audience di

Una villa Romana scoperta sotto la città di Berkeley

Un foglio locale di Berkeley, U.K., GAZETTE, qualche giorno fa ha dato ampio risalto alla notizia che un team di giovani studenti dell'Università di Bristol, è al lavoro scavando attivamente all'iterno di un giardino del locale museo. Essi finora hanno trovato ampie tracce di quella che potrebbe esere una villa imperiale Romana. Ovviamente il lavoro deve ancora proseguire per mettere in luce tutta l'intera struttura di cui non si aveva alcuna traccia. Gli archeologi sono al lavoro e bisogna dire anche che i Britannici ci tengono al loro passato Romano, di cui sono molto orgogliosi.

scavo_villa_romana


IL COMPLESSO DI UNA VILLA IMPERIALE ROMANA STA VENENDO ALLA LUCE A BERKELEY

Il quotidiano Britannico GAZETTE ha pubblicato un ampio servizio il 15 giugno scorso, nel quale è stato evidenziato che un team di studenti della Università di Bristol sta scavando attivamente nel giardino del locale museo Edward Jenner. Essi hanno fatto una scoperta a dir poco clamorosa per la città, ovvero hanno trovato ampie tracce di una costruzione che si suppone sia di epoca imperiale Romana. A quanto hanno dichiarato gli archeologi, potrebbe essere una villa Romana appartenente a qualche funzionario o a un cittadino benestante del tempo. Fatto, questo, accertato varie volte in passato, con grande soddisfazione dei cittadini orgogliosi di queste scoperte che testimoniano la pacifica presenza dei legionari Romani nell’isola per oltre 4 secoli.

Si tratta di una scoperta casuale avvenuta in occasione di una ricerca che gli studenti stanno portando avanti sulla comunità religiosa Anglo-Sassone risalente al 9° e 10° secolo d.C., sotto la guida di docenti dell’università e archeologi. Essi in un primo momento avevano accertato che il sito era sicuramente databile al periodo della dominazione Sassone.

Ma ecco la sorpresa. Mentre essi si apprestavano a riempire lo scavo effettuato, si trovarono di fronte a una grande quantità di intonaco proveniente da un muro d’epoca. Qualcosa, tuttavia, era stata già notata in precedenza, e cioè molti mattoni di un tetto e persino delle monete Romane di epoca antica.

Procedendo attivamente all’opera di controllo della trincea scavata, sono venuti alla luce molti elementi tipici di una villa sepolta sotto il terreno sul quale in passato sorgeva una chiesa. Il prof. Mark Horton, uno dei componenti il gruppo di ricerca, ha dichiarato alla stampa “Noi siamo lieti del fatto che il terreno qui sia di natura argillosa, perché preserva molto bene gli oggetti antichi, di qualsiasi genere. E ne abbiamo la prova grazie ai reperti venuti alla luce.”

La villa Romana molto probabilmente può essere datata al 3° o 4° secolo d.C. e Berkeley potrebbe essere benissimo il sito di un insediamento Romano.
“Questa è una scoperta davvero eccitante,” ha aggiunto il Dr. Prior, suo collega. “Noi ritorneremo a Berkeley l’anno prossimo perché qui esistono molte cose che aspettano di essere portate alla luce.”

Lo scavo, che è organizzato ogni anno per studenti dei corsi di archeologia e antropologia di Bristol, ha messo in evidenza alcuni importanti reperti storici, fra cui una cintura Anglo-Sassone con la figura di un dragone e una strada che conduce alla chiesa di St. Mary. Ma qui c’è ben altro da scoprire e valutare.

***************

NOTA BENE

Si tenga presente che qui si parla di Berkeley, città della Gran Bretagna, non di Berkeley città degli Stati Uniti. Tanto per evitare che a qualcuno venga in mente di organizzare una tavola rotonda per discutere un ritrovamento che porterebbe alla presenza ante litteram di Romani in America.