Questo sito contribuisce alla audience di

Perché studiare il Latino?

Perché studiare il Latino? Una domanda che da decenni è ripetuta da generazioni di studenti che non riescono a capire le ragioni per cui questa lingua viene studiata nelle scuole italiane e straniere, nonostante il fatto che la lingua non sia più parlata dal popolo. Insomma si perpetua la convinzione che si tratti di una lingua "morta", usata soltanto dalla Chiesa e dai suoi rappresentanti. Eppure i motivi per cui il Latino viene studiato sono tanti e peraltro molto validi. Ne parla con testimonianze e documenti ineccepibili N.S. Gill, che cura da anni la rubrica ANCIENT HISTORY di ABOUT.COM.

colosseo_roma

WHY SHOULD PEOPLE STUDY LATIN? (perché i giovani dovrebbero studiare il Latino?)

How would you persuade?

Periodicamente questa domanda torna alla ribalta, per vari e imperscrutabili motivi, con un seguito di risposte date da vari personaggi del mondo della cultura e della scuola, ma anche da semplici studenti o persone che magari hanno lasciato gli studi da molti anni.

Insomma la famosa frase di Renzo nei Promessi Sposi, “ma che ne so io del vostro latinorum” che esprime in pieno il disagio dell’uomo che non ha dietro di sè una cultura approfondita, ritorna di tanto in tanto aprendo un dialogo a più voci, con opinioni spesso contrastanti, pro e contro la lingua dei nostri antenati Romani.

Questa volta a riaprire il discorso è N. S. Gill, l’attiva redattrice che cura la rubrica Ancient History sul sito di About.com, lanciando una vera e propria campagna provocatoria nel mondo anglo-sassone, ma con ampi riflessi anche fra di noi Italiani, un tantino immemori delle nostre tradizioni umanistiche.

La domanda che ha fatto la Gill ai suoi lettori è chiaramente provocatoria: WHY SHOULD PEOPLE STUDY LATIN?, cioè “perché le persone dovrebbero studiare il Latino?”, come dire “ma non vi sono altri interessi per i nostri ragazzi?” E alla domanda principale segue anche una domanda secondaria, non meno importante della prima: HOW WOULD YOU PERSUADE? Cioè “come riusciresti a persuadere qualcuno a studiarlo?”

Ed ecco che la provocazione viene raccolta da un buon numero di lettori
con delle risposte generalmente piene di buon senso che denotano una buona apertura mentale e disponibilità della gente ad arricchire la propria cultura.

Ed ecco alcuni esempi recenti di commenti di lettori che rispondono alla domanda rivolta dalla signora Gill al pubblico.

Premessa della signora Gill:

Latin seems to be a dead language. Many people think it’s foolish to learn a language that isn’t spoken as a national language outside the Vatican. How would you persuade someone who wants to learn a language that he or she should study Latin? How would you persuade someone who has no interest in languages that Latin might do him or her a world of good? Please post your reasons, including, where appropriate, why you learned Latin. How would you persuade?

Traduzione:
Il Latino sembra che sia una lingua morta. Molta gente pensa che sia da folli apprendere una ligua che non viene parlata come una lingua nazionale al di fuori del Vaticano. Come riuscire a persuadere qualcuno che ha voglia di imparare una lingua che egli o lei dovrebbe studiare il Latino? Come vorreste persuadere qualcuno che non ha alcun interesse per le lingue, che il Latino potrebbe procurare a lui o a lei un mondo di bene? Vi prego, inviatemi per posta le vostre ragioni, includendo, se è il vostro caso, perché avete imparato il Latino. In che modo vorreste fare opera di persuasione?

Ecco alcune risposte:

I study Latin!

Latin helps you understand vocabulary in English, as well as other languages. For example, “belligerent” comes from the Latin word “bellum-i”, a second-declension noun meaning “war”. “Belligerent” means agressive, warlike… Also, it’s great when you can speak Latin because you can say things no one understands!!
—Guest Jo

Traduzione:

Io studio il Latino!

Il Latino aiuta a capire il dizionario Inglese, ed anche tutte le altre lingue. Per esempio, “belligeranti” deriva dalla parola latina “bellum -i” , nome della seconda declinazione che significa “guerra”. “Belligeranti” significa “che sono in guerra”. E inoltre, a parte tutto, è una cosa grandiosa che tu riesca a parlare in latino e nessuno è in grado di capirti.


Why not?

Shorthand standardised responses to almost all situations, now with SMS becoming an art form, deprive us of the ability to think our way through them, increase frustrations, decrease communication, and rob us of the pleasure of expression that an understanding of our own language provides, especially as so much of grammar and etymology derives from Latin.
—Guest starlight3rar

Traduzione:

Perché no?

Le risposte standardizzate di stile stenografico in quasi tutte le situazioni, che ora con le SMS stanno diventando una forma di arte, ci privano della capacità di pensare alla nostra maniera personale, accrescono le frustrazioni, rallentano la comunicazione, e ci sottraggono il piacere di esprimerci in base alla comprensione della nostra lingua, tanto più che buona parte della grammatica e dell’etimologia deriva dal Latino.


How would you persuade?

We are living in a world where languages are facing the threat of exctinction…we have already lost the last speakers of Great Andamanese… it is our responsibility to bring about a revival of our classical languages - like Latin and Sanskrit. I studied Latin during my school years (Virgil’s Aeneid and Cicero’s De Amicitia) and felt delighted to note that in Kerala (South India)Latin is being taught in schools! Currently, I am translating De Amicitia into Tamil. My mission is to present the classics in the vernacular - even a layman should be able to understand and appreciate the richness and grandeur of our literary gems…
—Guest Uma Balu

Traduzione:

Come fare per persuadere qualcuno?

Noi viviamo in un mondo dove le lingue stanno affrontando la minaccia di una estinzione…un esempio sono i pochi sopravvissuti delle Andamane…è nostra la responsabilità di tenere in vita le nostre lingue classiche come il Latino. Io ho studiato il Latino durante i miei anni di scuola (l’Eneide di Virgilio e il De Amicitia di Cicerone) ed ero felicissimo di notare che nel Kerala (India meridionale) viene insegnato il Latino nelle scuole! Attualmente sto traducendo il De Amicitia nella lingua Tamil. La mia missione è di presentare i classici nella lingua del popolo; persino un profano dovrebbe essere in grado di comprendere e apprezzare la ricchezza e la grandezza delle nostre gemme letterarie….

Learning Latin is a way of opening doors

An understanding of Latin grammar helps you understand the grammar of your own language so much better. Studying Latin makes learning other European languages like French, Italian and Spanish so much easier since they all derive from Latin. So much of English and European literature is built upon the foundations of Greek and Latin literature. Sure, you can read these works in translation but studying them in the original gives you a much greater understanding of them. Latin poetry in particular is so rewarding and enjoyable. The Roman poet Catullus could be said to have invented the love/hate relationship. His poetry of unrequited love is exquisite and can only be truly appreciated in the original Latin. For hundreds of years no person could consider him or herself educated unless they could read and write Latin. By not acquiring these skills we cut ourselves off from so much of our own culture and tradition.
—Guest Brian Keaney

Traduzione:
Imparare il Latino è un modo per aprire delle porte
La comprensione della grammatica Latina vi aiuta a capire molto meglio la grammatica della vostra stessa lingua. Studiare il Latino rende l’apprendimento delle altre lingue europee, come il Francese, l’Italiano e lo Spagnolo molto più facile per il fatto che esse derivano dal Latino. In buona parte la letteratura Inglese ed Europea è costruita sulle basi della letteratura Greca e Latina. Sicuramente è possibile leggere queste opere in traduzione; ma studiandole nell’originale si ottiene una comprensione di esse molto maggiore. In particolare la poesia Latina è molto gratificante e godibile. Il poeta Romano Catullo si potrebbe dire che ha inventato la relazione amore/odio. La sua poesia sull’amore non corrisposto è davvero deliziosa e potrebbe essere apprezzata solamente nella lingua latina originale. Se non ci immergiamo in queste sensazioni non facciamo altro che tagliarci fuori dalla nostra stessa cultura e tradizione.