Questo sito contribuisce alla audience di

Roma. Villa dei Quintili, aperti i nuovi scavi

Il notiziario online ArcheoRivista, davvero pregevole per il contenuto sempre aggiornato, questa settimana ci presenta le ultime notizie su un vasto complesso esistente nei sobborghi di Roma tuttora oggetto di scavi e indagine relativi ad una delle famiglie più antiche, quella dei fratelli Quintili.

Villa fratelli Quintili

Roma. Villa dei Quintili, aperti i nuovi scavi

Indubbiamente sorprende in questi tempi di crisi, soprattutto parlando di beni culturali, archeologia, scavi e quant’altro, apprendere che c’è ancora una sparuta schiera di addetti ai lavori che segue con grande passione questo settore in Italia che in queste ultime settimane ha dato seri motivi di apprensione a molti appassionati e cultori di archeologia e storia romana. Mi riferisco in particolare a Pompei, uno dei siti archeologici più estesi del mondo che ha attratto l’attenzione di giornali e dei vari media a causa del clamoroso crollo della Casa dei Gladiatori.

Ebbene, qui alle porte di Roma, fra la Via Appia Antica e quella Nuova si estende quello che un tempo era una grandiosa villa appartenuta ai fratelli Quintili, sottoposta alle alterne vicende della storia e alle ingiurie del tempo.

Si trattava dei due fratelli Sesto Quintilio Condiano e Sesto Quintilio Valerio Massimo, nobili, colti, consoli entrambi nel 151, e grandi proprietari terrieri. La loro ricchezza aveva suscitato le invidie di molti Romani, fra cui anche qualche imperatore, per esempio Commodo. In breve questa fastosa residenza privata dopo la morte dei proprietari diventò una villa imperiale e tale rimase sino al III secolo d.C.

Per maggiori dettagli si può consultare la voce “Villa dei fratelli Quintili” della enciclopedia WIKIPEDIA.

Più ampi dettagli sull’argomento si trovano nel sito di ARCHEORIVISTA.

In queste pagine troverete interessantissimi particolari storici, insieme a una pregevole documentazione fotografica degli attuali ruderi esistenti, ma anche di dettagli di vari ambienti. Stupenda la pavimentazione a mosaico che è emersa dopo gli scavi che hanno interessato la villa e che proprio in questi giorni ha ricevuto la visita di un folto gruppo di esperti e studiosi italiani e stranieri.

veduta_villa quintili

E’ evidente che sta emergendo un vero tesoro rimasto sepolto anche per l’incuria delle vecchie generazioni di amministratori e studiosi del ‘700, tesoro che andrà ad aggiungersi al numero straordinario di statue e opere d’arte dissepolte in passato e sparse in vari musei italiani e stranieri.