Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

prossimi 10 »
  • Cinque giornate internazionali di studio a Napoli

    Cinque giornate internazionali di studio in programma a Napoli e Benevento dal 10 al 14 novembre 2010. Il titolo degli incontri di alto livello è "Auctor et auctoritas in Latinis Medii Aevi litteris". Eccezionale è il numero dei relatori che saranno presenti alle cinque giornate di studio. Qui vi diamo i nomi dei relatori e i titoli specifici delle relazioni, indicati giorno per giorno.

  • Roman Republic Network, un sito tutto da scoprire

    Roman Republic Network, un sito sponsorizzato da Google, che si presenta con un programma davvero ambizioso, cioè quello di riunire tutti gli studiosi interessati al mondo Romano, per uno scambio di idee, opinioni, progetti e quanta'altro. In effetti a giudicare dall'archivio presente nel sito, sono stati preannunciati molti eventi culturali di grande interesse, cos+ì come altri già realizzati con successo. Ben vengano, dunque, iniziative del genere, per dare maggiore spazio e vita agli studi sul mondo antico e, per quanto riguarda questa rubrica in particolare, lo studio del mondo Romano che ancora ha tanto da dirci e raccontarci.

  • Sarkozy legem de pensionibus in Francogallia reformat

    "Francogallia legem de pensionibus reformat". E' il titolo del recente servizio di EPHEMERIS sul cambiamento della legge sulle pensioni voluto dal presidente rancese Sarkozy, che ha provocato violente manifestazioni di protesta in Francia. In questa occasione EPHEMERIS non poteva rimanere in disparte, ignorando una situazione così drammatica, che per di più dura già da parecchi giorni con gravi disagi per tutta la popolazione.

  • I nuovi mulini a vento produttori di elettricità

    Ventimolinae electriferae, è il titolo di un servizio preparato questa settimana da EPHEMERIS, il noto giornale online redatto integralmente in Latino. E' un argomento prettamente tecnico, sviluppato dal giornale con dati precisi ed una informazione abbastanza obiettiva e documentata.

  • Perché studiare il Latino?

    Perché studiare il Latino? Una domanda che da decenni è ripetuta da generazioni di studenti che non riescono a capire le ragioni per cui questa lingua viene studiata nelle scuole italiane e straniere, nonostante il fatto che la lingua non sia più parlata dal popolo. Insomma si perpetua la convinzione che si tratti di una lingua "morta", usata soltanto dalla Chiesa e dai suoi rappresentanti. Eppure i motivi per cui il Latino viene studiato sono tanti e peraltro molto validi. Ne parla con testimonianze e documenti ineccepibili N.S. Gill, che cura da anni la rubrica ANCIENT HISTORY di ABOUT.COM.

  • Funere mersit acerbo … in Apulia: Sarah Scazzi

    Funere mersit acerbo … in Apulia: Sarah Scazzi, questo il titolo quanto mai appropriato del servizio relativo ad una triste vicenda al cui centro c'è stata una giovanissima ragazza, vittima della violenza di un parente stretto.

  • De Lelio Luttazzi obitu ephemeris latine disserit

    Lelio Luttazzi, una delle figure chiave della musica e della televisione italiana dei passati decenni è deceduto nella sua amata Trieste a 87 anni. EPHEMERIS non poteva lasciare passare inosservato un evento del genere, dedicandogli un elogio funebre adeguato alla figura dell'uomo e dell'artista. Ma non poteva fare un elogio migliore di questa canzone cara la cuore di tutti gli Italiani in versione latina: Trieste mia.

  • De Re militari in DVD

    Trovare un testo antico, mai uscito dalla biblioteca che l'ospita, registrato (pardon, masterizzato) su DVD, con la spiegazione del sistema adoperato per la scansione, è un vero regalo messo a disposizione di chi si occupa di testi antichi e relativi problemi di lettura e trascrizione. Ecco un'occasione per rendersi conto come si opera per salvare un testo di oltre 500 pagine, scritto in Latino, con delle magnifiche illustrazioni. E tutto questo grazie a un software moderno che consente di leggere anche testi poco chiari, scritti a mano o stampati centinaia di anni fa. Interessanti le informazioni tecniche che accompagnano la presentazione dell'opera.

  • Il latino nei videogiochi Nintendo

    Per caso, seguendo mio nipote che smanettava sul PC, ho notato un sottofondo musicale che accompagnava il videogioco Super Smash Bros. Brawl. Anzi, un inno di guerra addirittura. Sorpresa delle sorprese, si trattava di un testo latino! Facendo attenzione al contenuto, ho notato che stavo ascoltando una canzone che esaltava le imprese di un eroe del passato... o del presente? In effetti qui il personaggio fondamentale è Super Mario. Ma la domanda che sorge spontanea è: "Ma che c'entra il latino con questa storia super moderna?". Basta seguire il videogioco per capire il motivo per cui è stato preso il latino come lingua adatta ad esaltare un eroe dei nostri tempi, tanto amato dai giovanissimi. Pensierino della notte: "Non è strano che quel latino tanto bistrattato dal Ministero della Pubblica Istruzione, cacciato via dal portone centrale (vedi ultima riforma Liceo Scientifico), rientri invece dalla finestra di Internet, grazie a un videogioco?"

  • Appello in sostegno del latino

    Il Latino, è ormai arcinoto, ha avuto sempre una vita travagliata. Purtroppo le peripezie di questa lingua non sono finite, se solo si pensi ai boicottaggi continui operati dallo stesso ministero della pubblica istruzione. Ultimo attacco, il rinnovo voluto dalla Gelmini che ha eliminato il Latino dal Liceo Scientifico, a dimostrazione che "il popolo" non ama il Latino. Ammesso che la volontà del popolo sia realmente tenuta presente. Qui c'è l'appello accorato di un appassionato cultore del Latino, da sempre impegnato nella difesa di quello che dovrebbe essere un vanto di tutti gli Italiani benpensanti, ed invece viene bistrattato indegnamente. L'appello, come si nota dalla copia allegata, è rivolto al presidente della Camera. C'è una risposta della segreteria che prelude a un interessamento in merito. Possiamo sperare?