Questo sito contribuisce alla audience di

Sky Show, canale di risate all’italiana.

Viene incontro alla volontà di ridere il nuovo palinsesto Rai. Fabio Canino, Geppi Cucciari, Laura Barriales, questi i primi volti...

Risate sul sesso, la politica, l’attualità, risate all’italiana e all’europea, dalle 19 a notte fonda a partire dal 12 dicembre: Sky si è arricchito di un nuovo canale pensato per un target di eta’ compresa tra 25 e 45 anni, “Sky show”, che allunga lo zapping degli amanti della tv via satellite e raddoppia l’offerta di intrattenimento che la televisione a pagamento produce in proprio.
Fabio Canino, Geppi Cucciari, comica sarda lanciata da Zelig, e Laura Barriales, sono i primi volti di un canale che segna l’avvio di produzioni originali da parte di Sky nell’intrattenimento e viene incontro alla richiesta di ridere all’italiana.
“Si fa per ridere” è lo slogan scelto per i canali d’intrattenimento Sky, offrendo alla nuova comicità una possibilità di essere liberi e anche politicamente scorretti.
Tre programmi segnano la strada che “Sky show” vuole intraprendere. Si tratta di “Shake it”, una sorta di post-Blob quotidiano, in onda tutti i giorni alle 20:30 e condotto da Laura Barriales (per lei “I raccomandati” di Raiuno e “Cd Live” su Raidue), che racconterà giorno dopo giorno tutto ciò che la tv trasmette di notevole in giro per il mondo. A “Geppi hour”, in onda in seconda serata da gennaio con un’anteprima il 23 dicembre, va il ruolo di “Late night show” all’italiana.
Fabio Canino sarà invece il direttore-conduttore di un Tg satirico che, secondo lo stesso comico, non farà il verso alla prima “Striscia la notizia”.
A completare il palinsesto saranno appunto “Radio sex” il lunedì alle 21, una sketch-comedy prodotta da Magnolia e ambientata in una radio, in cui l’universo maschile e quello femminile raccontano e ridono della propria visione del sesso. Tra i protagonisti, Bedi Moratti, sorella del presidente dell’Inter, nel ruolo di proprietaria della radio in cui è ambientata la serie, e Martina Colombari. A Pietro Sermonti, il ruolo di trasgressivo regista che prova a mettere in pratica i suggerimenti che giungono dai radioascoltatori. Le sit-com americane più irriverenti, da “Rodney” a “I Crumbi”, costituiranno l’ossatura del palinsesto accanto ad “Aida”, uno dei grandi successi della comicità europea, la serie spagnola che ha spopolato in molti Paesi del Vecchio continente. Dalla Francia ecco “H”, nuova serie comica sugli ospedali, e dall’Inghilterra si ride tra malati mentali in “Green wing”, la più scorretta delle sit-com, successo di ascolto su Channel Four.
Ricordiamo che Sky show si trova sul canale 116.

( articolo di Domenico Gentile )