Questo sito contribuisce alla audience di

The Departed

Protagonista alla Festa del Cinema di Roma, The Departed è l'ultimo film del grande regista Martin Scorsese, un ritorno al genere gangster movie.

Titolo originale: The departed
Nazione: U.S.A.
Anno: 2006
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 149′
Regia: Martin Scorsese
Sito ufficiale: www.thedeparted.com
Sito italiano: www.thedeparted.it
Cast: Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Jack Nicholson, Martin Sheen, Alec Baldwin, Mark Wahlberg
Produzione: Warner Bros., Vertigo Entertainment, Initial Entertainment Group (IEG)
Distribuzione: Medusa
Data di uscita: Roma 2006
27 Ottobre 2006 (cinema)

Con “The Departed” ( remake di “Infernal Affaire”) Scorsese ritorna al gangster movie, raccontando storie di strada, di inganni, di false identità, di corruzione, di criminalità organizzata. La polarizzazione verte tra il bene e il male, la verità e la menzogna, la lealtà e il tradimento.
Due vite parallele, quelle di Collin Sullivan (Matt Damon) e Billy Costigan (Leonardo Di Caprio), con un passato diverso, ma entrambi neodiplomati all’ accademia di polizia di Boston. Sullivan è il pupillo di Frank Costello (-Jack Nicholson- il più imponente boss malavitoso, narcotrafficante e pluriomicida del paese) che entrerà a far parte della polizia, con una rapida ascesa nella sezione anticriminalità organizzata, proprio per poter salvaguardare il suo boss. Costigan invece viene fatto infiltrare nella banda di Costello per tentare di mettere fine alla criminalità malavitosa, incastrando il grande boss. La suspence aumenta quando scopriranno che all’ interno della polizia e della banda si nasconde una talpa.
Accurato il ritratto psicologico dei personaggi, gli intrecci, e il parallelismo delle doppie vite dei due giovani poliziotti. In realtà, i personaggi sono come “marionette plasmate dalle forze che li circondano” afferma Scorsese. Nessuno è quello che appare.
Nonostante il primo tempo scorra a tratti un po’ lento, probabilmente si poteva effettuare qualche piccolo taglio, il film risulta accattivante e dal finale originale e spiazzante.
Ottimo il cast, dove spicca il monumentale Jack Nicholson, che in alcune sue espressioni ricorda la pazzia di “Shining”, e Leonardo Di Caprio, perfettamente calato nel suo personaggio. Lascia qualche perplessità invece Matt Damon, dove la sua imperturbabilità e staticità lo fanno apparire poco espressivo e convincente.
Incalzante ed appropriata anche la colonna sonora, composta da Howard Shore.
Fiducia e tradimento ruotano all’ interno di questo, che non è il suo capolavoro, ma sicuramente un ottimo film, firmato dal grande Scorsese.

( articolo di Paola Dongo )