Questo sito contribuisce alla audience di

Associazione Culturale Paola Bernabei

Associazione Culturale Paola Bernabei, costituitasi in memoria della giornalista scomparsa lo scorso Gennaio.

Lo scopo dell’ “Associazione Culturale Paola Bernabei”, costituitasi per iniziativa di un gruppo di amici in memoria della giornalista della Rai scomparsa lo scorso gennaio, è quello di comunicare il gusto cristiano per la ricchezza dell’esperienza umana, evidenziandone la bellezza, come splendore della verità, in particolar modo come appare nelle sue forme artistiche e culturali. Il programma per l’anno 2007-2008 prevede quattro incontri al Teatro Manzoni, cha hanno per oggetto due tematiche fondamentali: l’uomo e l’infinito e l’uomo e il potere. Si inizia il due dicembre con l’incontro “Pinocchio, questo sconosciuto” tenuto dal prof. Franco Nembrini, che riprenderà un’ interpretazione del Card. Giacomo Biffi, secondo cui l’opera di Collodi corrisponderebbe alla storia della salvezza. Il 13 gennaio 2008 Andrea Monda ed Edoardo Rialti parleranno de “Il mito, la realtà e l’umorismo in C.S. Lewis”: in questo autore l’amore per la fantasia e il mito non rimangono estranei all’uomo, ma gli consentono di realizzare il progetto di Dio. Si proseguirà il 10 febbraio con “L’anticristo di Solov’ëv: profezia ed attualità”. Adriano Dell’Asta ci parlerà di un’intuizione risalente a più di cento anni fa che prospetta la presa di potere da parte di un nuovo padrone del mondo caratterizzato da un’etica formale ed un amore per l’umanità, presentati in apparenza come valori cristiani. L’ultimo incontro “Riflessioni sul potere: ‘Petrolio’ di Pasolini” con Luigi Amicone si terrà il 9 marzo. Verranno approfonditi gli effetti politici, morali e sociali derivanti dalla produzione del cd “oro nero”. Il programma annuale verrà completato da un concorso di fiabe per bambini, tematica a cui Paola Bernabei teneva molto e che voleva realizzare da tempo. E’ possibile collaborare all’Associazione (che ha sede in via Gregorio VII 108, tel. 06.630331) non solo diventandone soci, ma anche offrendo spunti per l’attività sociale e culturale.

Articolo di Erika Eramo