Questo sito contribuisce alla audience di

L’arte italiana nel mondo

La Contemporanea Progetti: Si aprono negli Stati Uniti grazie alla Contemporanea Progetti due importanti mostre di opere italiane che contribuiranno alla divulgazione e conservazione dell’arte del Bel Paese.

Fiore all’occhiello della progettazione made in Italy è la società fiorentina Contemporanea Progetti, fondata nel 1999 dagli architetti Patrizia Pietrogrande e Eugenio Martera, che idea mostre in tutto il mondo rendendo possibile il restauro di preziosi pezzi d’arte del Bel Paese. L’esposizione Natura morta, Still Life Painting the Medici Collections di Eugenio Martera, alla sua sesta e ultima tappa americana, che si è aperta il 3 novembre presso “The Hyde Collection-Glens Falls” di New York, ha infatti contribuito al restauro di alcuni dipinti che sono diventati parte della collezione permanente del Museo della natura morta di Poggio a Caiano, inaugurato a giugno. “Grazie alla Sovrintendenza speciale per il Polo museale di Firenze e a diversi musei toscani –spiega la Pietrogrande, presidente della società–, e ai curatori Stefano Casciu, direttore della Villa Medicea di Poggio a Caiano e Marco Chiarini, ex direttore Galleria Palatina Palazzo Pitti, abbiamo potuto dar vita a questa esposizione itinerante di 44 opere sulla natura morta di grandi autori come Jacopo da Empoli (1600), Bartolomeo Bimbi (fine 1600) e Bartolomeo Ligozzi (1600). La mostra, che si chiuderà il 13 gennaio 2008, conclude il tour statunitense che ha già toccato ben sei musei americani. Un grande successo di critica e di pubblico che ha contribuito a divulgare l’arte italiana lungo il territorio americano rafforzando così i rapporti culturali tra Italia e Stati Uniti”. Sempre negli Stati Uniti il 18 novembre verrà inaugurata presso l’ “Huntsville Museum of art” dell’Alabama la mostra Painting the Italian Landscape, Views from the Uffizi, ideata da Contemporanea Progetti per dar vita ad un altro importante tour americano di sei tappe sull’arte italiana. Il progetto si basa sull’idea dei “Mai visti”: celebre mostra fiorentina che ha già riproposto in ben cinque edizioni gran parte delle opere per molti anni nascoste nei depositi degli Uffizi. “Questa mostra –sottolinea la Pietrogrande– è stata possibile grazie al direttore della Galleria degli Uffizi Antonio Natali, che ne è il curatore. I proventi dell’esposizione, che comprende 44 dipinti sul tema del paesaggio che vanno da Botticelli a Giacomo Balla, verranno dedicati all’arte italiana e in particolare alla cura della Galleria degli Uffizi. L’altra grande novità di questa mostra, che approderà in vari musei statunitensi fino al gennaio del 2009, è la divulgazione dell’arte italiana all’interno della provincia americana che possiede importanti centri di cultura difficilmente in grado di approfondire da vicino la nostra arte”. Insomma Contemporanea Progetti intende realizzare, attraverso il forte legame con le Sovrintendenze italiane, una grande dinamica di comunicazione dell’arte italiana in tutto il mondo. (articolo di Erika Eramo)