Questo sito contribuisce alla audience di

20^Giornata: LECCE-LIVORNO 0-0

Lucarelli e Vucinic sbagliano dal dischetto.

LECCE: Benussi, Polenghi (39′ st Cozzolino), Diamoutene, Stovini, Rullo, Cassetti, Ledesma, Delvecchio, Konan (44′ pt Saudati), Vucinic, Pinardi (30′ pt Valdes).
 
LIVORNO: Amelia, Grandoni, Vargas, Galante, Balleri (38′ st Pfertzel), Ruotolo, Passoni (16′ st Prates), De Ascentis, Coco, Lucarelli, Bakayoko (1′ st Palladino)
 
 
Finisce con rimpianti di rigore. I penalty sbagliati da Cristiano Lucarelli e Mirko Vucinic incidono pesantemente sul risultato. Ma i rimpianti maggiori sono tutti salentini: perchè se il Livorno, rigore a parte, ha fatto poco altro, il Lecce recrimina anche su tante occasioni non sfruttate e su una gara condotta dall’inizio alla fine. Non era facile riconquistare un pubblico sempre più sconsolato: il silenzio della curva nord ha pesato come un macigno sull’inizio della gara. I giallorossi ci hanno messo tutto il loro impegno per scaldare i propri tifosi anche grazie ad uno schieramento molto aggressivo messo in campo da Baldini. Il Livorno, alle corde per tutto il primo tempo, ha avuto ugualmente l’opportunità per portarsi in vantaggio su rigore: ma l’ex-Lucarelli ha spedito su Benussi. Sarebbe stata una mazzata pesantissima.
 
Nella seconda frazione il Lecce ci ha messo tutto il suo orgoglio, scaldando gli spalti ma scontrandosi però con i propri limiti offensivi. Tuttavia, dopo occasioni gettate, è arrivata anche per Vucinic l’opportunità dal dischetto ma il montenegrino si è fatto sfuggire il gol della possibile vittoria. Il girone di ritorno inizia, così, con il classico brodino che poco incide su morale e classifica. Ma la voglia di riscatto del Lecce è l’unica nota su cui puntare per il futuro.