Questo sito contribuisce alla audience di

Il mio primo tornello....

....in quel di Marassi

Metto la macchina nel piccolo parcheggio riservato agli ospiti dello stadio di Genova. Marassi fa sempre il suo effetto british style visto da fuori. Ho in mano il prezioso tagliando per entrare nel settore riservato ai salentini. Da premettere che per avere il biglietto ho dovuto ovviamente penare non poco nei giorni precedenti. Tanto che ad un certo punto mi aspettavo (e forse speravo…) che mi dicessero che i tagliandi del settore ospiti erano stati sparpagliati nel rinomato Acquario di Genova, sul fondo della vasca dei piranha. Giusto per facilitare le cose.

Ma torniamo all’ingresso allo stadio. Per la prima volta mi trovo davanti ad un tornello di nuova generazione che mi osserva lucido e luccicante da lontano. Con una frecciona verde che lampeggia in direzione di una fessura. Mi avvicino cauto….e metto con forza il tagliando nella fessura di cui sopra con l’unico risultato che il biglietto si accartoccia su se stesso. Mi vedono basito e gli stuart mi spiegano con sguardo compassionevole che la fessura legge soltanto il codice a barre del primo centimetro del tagliando. Mi scusa dicendo: sapete… è il mio primo tornello…..

Con la corretta procedura il tornello si apre e si chiude dietro di me! Sono felice di non aver subito infrazioni nel posteriore. Passo dall’altra parte e uno degli stuart, dando uno sguardo veloce al display elettronico, annuncia storpiando il mio nome e cognome suscitando la perplessità di colui che deve controllare che corrisponda a quello stampato. Litigano…..poi litigano ancora perchè non sono sicuri se debbano staccarmi o meno parte del biglietto…..poi litigano ancora perchè non sono sicuri di essere sicuri di aver fatto tutto sicuramente bene. Poi chiedo dove devo andare visto che ci sono mille pertugi di ingresso al settore. Mi fanno cenno di salire le scale, le salgo, giro l’angolo, mi ritrovo nei bagni e mi chiedo: porc…non avrò mica sbagliato tornello?