Questo sito contribuisce alla audience di

23^Giornata: TREVISO-LECCE 0-0

Reti bianche sotto la pioggia









































TREVISO LECCE
Calderoni Benussi
Pianu  Schiavi
Scurto Fabiano
 D’Anna Cottafava
Scaglia Angelo
Venitucci ( 20′ D’Agostino) Vives
Giunti (27′ Mingozzi) Zanchetta (31′ st Giuliatto)
Gissi Ardito
Quadrini Ariatti
 Russotto (16′ st Lupoli) Abbruscato (14′ st Valdes)
 Beghetto Tiribocchi
Allenatore: Giuseppe Pillon Allenatore: Giuseppe Papadopulo

 

Treviso si conferma campo ostile ai giallorossi. Un buon punto quello conquistato, per carità. Ma come sempre al termine di una partita spigolosa e piena di insidie. Diciamolo subito: si è giocato su un terreno pesante che ha influenzato lo spettacolo (?) in campo. Sopratutto nel primo tempo che, pur aprendosi con una clamorosa occasione gettata da Abbruscato in beata solitudine davanti al portiere trevigiano, ha offerto poche emozioni e molti, moltissimi sbadigli. Nella seconda frazione il Lecce prova a scuotersi. E lo fa nonostante la frettolosa espulsione di Cottafava che rimedia 2 cartellini gialli per altrettanti falli da nulla. Nonostante l’inferiorità numerica i giallorossi giocano un secondo tempo migliore tanto che per 2 volte Calderoni si deve superare per negare altrettanti gol che sembravano già fatti: su tutti una magistrale punizione di Zanchetta tolta dal sette. Nel finale un brivido lungo la schiena di Papadopulo: Lupoli segna in acrobazia ma il pubblico del Tenni vede smorzato il suo urlo dall’arbitro che annulla per motivi ancora poco chiari. Finisce senza reti, con pochi sussulti, con un punto in più in tana.