Questo sito contribuisce alla audience di

2^Giornata: LECCE-CHIEVO 2-0

Caserta-Castillo! Il Lecce esordisce al Via del Mare con il botto!







LECCE
Benussi
Polenghi
Stendardo
Fabiano
Antunes
Giacomazzi
Zanchetta
Ariatti
Caserta (36′ s.t. - Munari)
Cacia (17′ s.t. - Castillo)
Tiribocchi (44′ s.t. - Budyanskiy)

All. Mario Beretta


CHIEVO Vr
Squizzi
Malagò
Mandelli
Cesar
Mantovani
Pinzi
Italiano (29′ s.t. - Bogdani)
Marcolini
Luciano (16′ s.t. - D’anna)
Pellissier
Iunco (4′ s.t.- Esposito)

All. Giuseppe Iachini

Gol: Caserta (2′ s.t.); Castillo (38′ s.t.)

Inizia il vero campionato del Lecce. Ed inizia con una convincente vittoria alla prima apparizione al Via del Mare con un secco 2-0 firmato da due neo-acquisti. Beretta spazza via il Chievo e i cumulonembi che si erano addensati dopo la sconfitta di Torino mettendo finalmente in campo una squadra che inizia ad assomigliare al progetto tattico che lui desidera: ordinata, sicura, equilibrata nei reparti, volitiva. Le formazioni sono diretta espressione degli uomini a disposizione e non è un caso che, rispetto all’esordio a Torino, i giallorossi acquistano solidità in difesa grazie all’arrivo di Stendardo, qualità a centrocampo grazie al rientro del faro-Zanchetta e incisività in attacco riportando Caserta in un ruolo offensivo. Proprio l’ex-palermitano sblocca la partita ad inizio di seconda frazione infilando il portiere gilloblù al termine di un pregevole cambio di gioco di Giacomazzi e di una sponda di testa di Ariatti. Il vantaggio del Lecce sblocca i tatticismi eccessivi della prima frazione e costringe un Chievo mai visto così abbottonato a scoprirsi. Già, perché nel primo tempo dopo aver sprecato due grandi occasioni con Cacia, il Lecce era rimasto imbottigliato nel traffico a centrocampo creato dagli uomini di Inchini impeccabili anche nel fare un fuorigioco piuttosto alto. Uno volta in svantaggio il Chiedo abbandona la tattica-difensiva e si butta in avanti con volontà ma incisività relativa: il Lecce corre un paio di brividi e poi chiude la partita con Castillo. Il bomber, all’esordio davanti al pubblico di casa, si dimostra attaccante di razza realizzando con un pallonetto sull’uscita del portiere. Dopo i gol realizzati in tutte le categorie Nacho dimostra di poter dire la sua anche nel massimo campionato. Così come il Lecce, che inizia davvero il suo campionato co n tre punti d’oro nel primo scontro diretto della stagione.