Questo sito contribuisce alla audience di

Legge 11 gennaio 1996, n. 23

Sviluppo qualitativo dell'edilizia scolastica

Oggetto della Legge n.23 dell’11 gennaio 1996: norme per l’edilizia scolastica.
Finalità: assicurare alle strutture edilizie scolastiche uno sviluppo qualitativo e una collocazione sul territorio adeguati alla costante evoluzione delle dinamiche formative, culturali,
economiche e sociali (art1).
Possono essere finanziati in base alla Legge n. 23/96 i seguenti interventi:
la costruzione e il completamento di edifici scolastici, nonché l’acquisto e l’eventuale riadattamento di immobili adibiti o da adibire a uso scolastico, in particolare al fine di eliminare le locazioni a carattere oneroso, i doppi turni di frequenza scolastica e l’utilizzazione impropria di stabili che non siano riadattabili; le ristrutturazioni e le manutenzioni straordinarie dirette ad adeguare gli edifici alle norme vigenti in materia di agibilità, sicurezza, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche;la riconversione di edifici
scolastici da destinare ad altro tipo di scuola;la realizzazione di impianti sportivi di base o polivalenti, eventualmente di uso comune a più scuole, anche aperti all’utilizzazione da parte della collettività (art.2) .

Link correlati