Questo sito contribuisce alla audience di

All’esame di maturità si va con il codice fiscale

Continuano le idee innovative del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini. Giustamente molti degli addetti al lavoro del mondo della scuola si comandano: “Che cosa accadrà in caso di[...]

logo la stampa Continuano le idee innovative del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini. Giustamente molti degli addetti al lavoro del mondo della scuola si comandano: “Che cosa accadrà in caso di mancata validazione o di mancato possesso del codice?” Di questo e altro si parla nel sito LaStampa.it. Di seguito la parte introduttiva:

“Da quest’anno all’esame di maturità si va con il codice fiscale. E non con un codice qualsiasi perché il proprio numeretto perfettamente verosimile lo si fabbrica in pochi secondi anche su Internet: all’esame si dovrà andare con il codice validato dall’Agenzia delle Entrate. E, non solo, tutti i dati degli studenti, la loro carriera scolastica e il risultato dell’esame verranno comunicati singolarmente, ragazzo per ragazzo, e non più complessivamente.

E’ una rivoluzione. Per le segreterie degli istituti si tratta di perdere il sonno e la ragione. Per il mondo politico e per una buona fetta di docenti e dirigenti scolastici si tratta di qualcos’altro: discriminazione, schedatura…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi