Questo sito contribuisce alla audience di

Anno Scolastico 2008/'09: Norme per gli esami in Abruzzo

OM n.47 del 7 maggio 2009: Norme per lo svolgimento degli scrutini e degli esami relativi al corrente anno scolastico 2008/2009 nei comuni della Regione Abruzzo colpiti dal sisma.

ministero istruzione l’OM n.47 in data 7 maggio 2009 ha dettato le disposizioni concernenti lo svolgimento degli scrutini e degli esami relativi al corrente anno scolastico 2008/2009 nei comuni della Regione Abruzzo colpiti dal sisma. Di seguito la parte iniziale dell’ordinanza presente nel sito Pubblica.Istruzione.it

Art. 1
(Destinatari delle disposizioni speciali)

1. Per lo svolgimento degli scrutini e degli esami, relativi all’anno scolastico 2008/2009, si applicano le norme della presente ordinanza agli alunni delle scuole primarie e secondarie, statali e paritarie (compresi i Centri Territoriali Permanenti) dei comuni terremotati della provincia dell’Aquila e degli altri comuni colpiti dal sisma di cui al decreto n. 3 del 16 aprile 2009 (ed eventuali successive integrazioni) e comunque agli alunni delle scuole dei comuni i cui edifici scolastici, dichiarati inagibili a seguito del sisma dalle competenti autorità, non hanno consentito il regolare svolgimento dell’anno scolastico

Art. 2
(Scrutini per il passaggio alla classe successiva nelle scuole primarie e secondarie)

1. Nelle scuole primarie, statali e paritarie, dei comuni terremotati di cui al precedente articolo, gli scrutini finali per il passaggio alla classe successiva sono effettuati dai docenti della classe o, in mancanza di essi (per motivi strettamente connessi al sisma, di cui dovrà darsi espressamente atto nei verbali), dal competente dirigente scolastico o da un suo delegato.

2. Nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado, statali e paritarie, dei comuni terremotati di cui al precedente articolo, gli scrutini finali per il passaggio alla classe successiva sono effettuati dal Consiglio di classe, anche se incompleto (per motivi strettamente connessi al sisma, di cui dovrà darsi espressamente atto nei verbali) o, se necessario, dal competente dirigente scolastico o da un suo delegato…”

Per saperne di più, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi