Questo sito contribuisce alla audience di

CLAUDIA DA TRIANA

ECCOCI DI NUOVO CON POESIE DEI LETTORI, UNA PROFESSIONISTA DELLA RETE, CLAUDIA DA TRIANA!!!!

IL PECCATO (Claudia da Triana)

Sento la tua condanna

Sento il morso del tuo pollice riverso

Ma la ragione non c’è

O la ragione qual’ è?

Ok, non sei tenuto a dirlo

Non assolverai così te stesso

Anche il figlio del sesso è un figlio d’amore

E tanto vorrei essere lì con te

O averti qui con me

A profumare l’erba che intorno a noi

S’impregna e lacera

Sporcandosi dei nostri peccati.