Questo sito contribuisce alla audience di

Le poesie di Vincenzo Capitanucci

Le poesie di Vincenzo Capitanucci ne seleziono alcune, tra quelle gentilmente inviatemi da Vincenzo che, purtroppo non ci dice niente di lui... alla prossima per le notizie...

Vincenzo Capitanucci invia delle poesie, ne scegliamo alcune, di cui farvi gentile omaggio, per arricchire la collezione di poesie dei lettori.
Una menzione particolare meritano le piccole composizioni in francese.

I tuoi occhi fantastici

sono un messaggio d’amore

dipingono d’azzurro

le notti del cielo

sei troppo luminoso sole

non possiamo guardarti

Luna

candida luce

vicina

e

sicura

sei amica dell’alba

___________________________________

Ero sul molo del porto di Camogli

avevo solo quattordici anni

quando ti sei spogliata nuda

mostrandomi la tua universale bellezza

non sapevo che uno dei tuoi nomi è

Sofferenza

e che sei una sposa fedele
____________________________________

A suon di bastonate

e carote intraviste

O.K.

torno a casa

anima mia

per contenplarti

in sposa

nella saggezza divenire

il tuo amatissimo re

_______________________

Danse

danse

suis la cadence

n’ècoute plus la voix

habite le vent

suis la cadence

on l’a ècrite pour toi

le temps d’une danse

l’instant d’une vie

__________________

…l’infini

qui m’anime

t’anime

trésor indivisible

parce que

infini