Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Lorenzo Biscià (commenti a: babe@ctonet.it)

Un lettore ci invia poesie definendosi, con scoperta citazione montaliana, "poeta non laureato" e dicendo di non avere più di vent'anni. Chiede di pubblicarle, lo accontentiamo, scegliendone tre, ci sembrano interessanti...e voi che ne dite? Lorenzo (è uno pseudonimo) gradisce commenti...

1.SPLEEN concertante: cadenza

Sul corridoio rosso

scende la coltre di fumo gialla

mentre il Mediocre domatore

timidamente prova a forgiare

catene per il mostro.

Gorgoglia stanchi latrati,

profumati come pianti di bambola,

un poco bisbigliati, poi

un breve barrito:

si appesantisce il velo sulfureo.

“Che entri il Genio”

urla festeggiando!

il circense è ormai sacrificato:

il suo sangue sporca l’ altare d’ oro.

2.Tempus fugit?

Immensità di marmo immutabile…

sulle sue superfici spigolose

scorrono stanchi e silentib

Ventri Vuoti.

Quasi toccano la cima,

celata da cirri di cipria

e poi cadono sul Battello bianco,

tremolo di trilli e tintinnii

come fanfara festante.

4. senza titolo

Non guardo più neppure le stelle,

neppure in queste notti d’agosto

durante le quali sembran più belle;

“Mi manchi!” è facile a dirsi

ma ad altro la mente mia non pensa

mentre siedo sulla paglia odorosa

ed ascolto la sera.