Questo sito contribuisce alla audience di

SOLEA di Jean Claude Izzo

C'è un uomo che ha lottato e che vive in montagna. Pochi amici, poche domande, poche certezze se non quella di aver combattuto per un mondo che non è mai arrivato

Quest’uomo è un ex filosofo, ha pochi, solidi, affetti, fa poche domande, offre rifugio

Poi c’è una donna, giornalista, affascinante, innamorata di un uomo e della vita, una donna di passioni.

Poi c’è un altro uomo, un uomo triste che ha un amore rotto quando aveva ancora vita per lui, rimasto schiacciato da quell’amore. Un ex-poliziotto, di un tipo particolare, ha lasciato, quasi tutto.
Poi c’è l’alcool a fiumi
Poi ci sono quelli che avvitano le loro esistenze da vecchi e trovano consolazione
C’è Marsiglia, i delitti, la mafia, le minaccie, l’amore, gli incontri, la tragedia e il dolore.

Poi, motore, ciak, azione: la donna giornalista inizia un’inchiesta sulla mafia, si innamora di un avvocato italiano, va in Italia, cerca di andare a fondo, cerca di scavare e trova… forse troppo… e le vicende iniziano, a incrociarsi, a confondersi, a sovrapporsi, a ricostruirsi…

Izzo! Con i suoi titoli di capitolo imperdibili
Serve altro?

Un vero peccato che questo scrittore sia morto, così giovane, per un cancro, il 26 gennaio 2000

Un noir a tinte malinconiche, nostalgiche, a tratti divertente.

Buona lettura


Jean Claude Izzo,

SOLEA,

E/O edizioni, Roma, 1998