Questo sito contribuisce alla audience di

Mostra internazionale: arezzo 2-17 aprile 2005

Diritto ai diritti sarà un’esposizione di arti figurative e non per la difesa e la promozione dei diritti civili: una mostra che vuole raccogliere le opere di artisti disposti a condividere un’idea di cittadinanza e di partecipazione alla vita pubblica come strumento di empowerment, allo scopo di favorire la capacità di scelta degli individui e trasferire il potere di scelta a chi ne è frequentemente escluso. Si Svolgerà ad Arezzo, Palazzo Chianini Vincenzi, dal 2 al 17 aprile 2005

Diritto ai diritti raccoglierà opere di artisti che aderendo al progetto, attraverso la loro interpretazione di questa tematica, intendano fare omaggio al progetto stesso della loro opera (che sarà messa all’asta alla fine dell’esposizione), contribuendo così alla realizzazione di altre azioni dirette al raggiungimento del medesimo obiettivo: aumentare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita pubblica, favorendo la prevenzione dei fenomeni di isolamento culturale e di intolleranza verso l’altro.

La iniziative già realizzate da CITTADINIAMOCI

Iniziata dal giugno 2004 una campagna di informazione su tutto il territoriocon testimoni scelti dal mondo dello spettacolo, della musica e della cultura (Carlo Lucarelli, Tognazzi, Pau cantante dei Negrita,..) ed articolata in diffusione di manifesti, divulgativi, incontri e seminari aperti sul tema della cittadinanza e della partecipazione.

E’ stata pubblicata, nel settembre 2004, l’antologia HO DIRITTO AI DIRITTI: (dal 10 settembre 2004 presente nelle librerie) l’antologia curata da Federico Batini e Simone Giusti ed edita da NOREPLY. Si tratta di uno zibaldone di racconti e poesie per la difesa e la promozione dei diritti civili: un libro che raccoglie le testimonianze di artisti, narratori, poeti, disposti a condividere un’idea di cittadinanza e di partecipazione alla vita pubblica come strumento di empowerment, allo scopo di favorire la capacità di scelta degli individui e trasferire potere decisionale (esercizio concreto di cittadinanza attiva) a chi ne è frequentemente escluso. Ospita racconti di scrittori (tra gli altri: Marco Vichi, Laura Barile, Elisa Biagini, Valerio Magrelli, Franco Buffoni, Dan Fante, Raul Montanari…) che aderendo al progetto mettono a disposizione i diritti d’autore, contribuendo così alla realizzazione di altre azioni dirette al raggiungimento del medesimo obiettivo.

Inoltre è in fase di stampa il volume Strumenti di partecipazione, Erickson (in uscita a marzo 2005).

Mostra internazionale di arti figurative e non ad Arezzo, Palazzo Chianini Vincenzi, dal 2 al 17 aprile 2005, che raccoglie opere di artisti (tra gli altri: Jordi Mollà, Staino, Paris, Attilio Fontana, Marisa Chiodo, Alain Vouba, Gianmarco Chierigato, Lucia Baldini) che, aderendo al progetto, attraverso la loro interpretazione della tematica del diritto ai diritti, regalano al progetto la propria opera (che sarà messa all’asta alla fine dell’esposizione).

Oltre 140 circoli di cittadinanza nell’area livornese e senese ai quali hanno preso e stanno prendendo parte oltre 1400 persone

Stiamo progettando altri eventi all’interno dello spazio della mostra e seminari specifici di informazione; è in stampa un libretto divulgativo che introduca ai concetti ed agli strumenti della cittadinanza attiva

Diffusione a mezzo stampa:già avvenute sul Sole 24Ore e su Lumen - rivista distribuita in 53.000 copie, lo speciale dedicato dal portale Supereva con alcune decine di migliaia di click, le recensioni e gli articoli usciti su l’Unità, Il Giornale, l’Opinione, la Rivista dell’Istruzione, Repubblica, Il Corriere della Sera e sulla stampa locale.

Cittadiniamoci si propone di aumentare la partecipazione attiva dei cittadini attraverso la promozione dei valori tradizionali della cittadinanza (la cultura civica, la conoscenza delle norme costituzionali ed istituzionali dello Stato, delle comunità locali e sovrannazionali), attraverso la conoscenza dei propri diritti e dei propri doveri e degli strumenti per esercitarli,riconoscendo allo stesso tempo anche la complessità che deriva dalla moltiplicazione delle appartenenze e delle identità e scegliendo perciò un modello inclusivo che riduca la marginalità e riconosca l’autonomia del cittadino.

Come si può collaborare a CITTADINIAMOCI?

Enti, associazioni, aziende: si può aderire sottoscrivendo il protocollo di intesa liberamente scaricabile su www.pratika.net

Ogni forma di collaborazione è gradita.

Si può contribuire al progetto CITTADINIAMOCI anche attraverso una piccola erogazione liberale anche di modesta entità.

Si può contribuire acquistando il volume HO DIRITTO AI DIRITTI (magari regalandone qualche copia agli amici)

Si può contribuire acquistando le magliette del progetto

Si può contribuire acquistando un’opera d’arte a conclusione della mostra.

Molto importante sarà poi in questa fase l’apporto di VOLONTARI:

- volontari per la pubblicizzazione ed il volantinaggio

- volontari per la distribuzione di materiali informativi

- volontari per la realizzazione di stand con presenze ad eventi, fiere, mostre

- volontari per il personale di sorveglianza della mostra internazionale

- volontari che dopo corso di formazione gratuito facciano le guide per le scuole all’interno della mostra

- volontari che dopo corso di formazione gratuito tengano piccoli interventi informativi in vari territori

- volontari che diventino referenti territoriali per l’intero progetto

- volontari per il fund raising

- volontari per la gestione di microprogetti all’interno del programma

- volontari per percorsi didattici all’interno delle scuole

Per segnalare la propria disponibilità a qualsiasi forma di collaborazione: Ass. Pratika 0575380468 info@pratika.net

Diritto ai diritti Diritto ai diritti è una delle iniziative del programma CITTADINIAMOCI, lanciato da Pratika (www.pratika.net)

Link correlati