Questo sito contribuisce alla audience di

SEGNALAZIONI: IN CERCA DI UNA PATRIA

8 settembre 1943: i ragazzi della generazione sfortunata tornano in guerra con l'esercito del re per rifare l'Italia Alfio Caruso, In Cerca di una Patria, Longanesi, 2005

La sera dell’otto settembre del 1943, alla notizia dell’armistizio molti militari italiani impugnano le armi contro i tedeschi. In Italia, in Francia, in Jugoslavia, in Grecia, in Albania e nelle isole del mediterraneo soldati, ufficiali e diversi generali comprendono che per aiutare la storia a voltare pagina bisogna mettere in gioco la propria vita. in tre settimane sono circa 25.000 i caduti non pochi di essi fuciliati dopo la resa.

Si dissolvono gli alti comandi ma i ragazzi della generazione sfortunata che hanno già pagato un alto tributo di sangue, rispondono alla chiamata per ricostituire un esercito da schierare accanto agli alleati

Molti di loro hanno creduto nella fandonie del regime e sono fascisti, tuttavia nello sfacelo di quei giorni si aggrappano all’ultima ancora, l’Italia, un’italia senza aggettivi né monarchica nè repubblicana e nemmeno fascista, per la quale battersi e morire….

Attraverso la dolorosa presa di coscienza di quindici giovani e giovanissimi fanti, artiglieri, alpini e bersaglieri… IN CERCA DI UNA PATRIA racconta i venti mesi di guerra al nazifasismo, inconsepevoli di essere soltanto le pedine di un grande gioco….

Link correlati