Questo sito contribuisce alla audience di

SEGNALAZIONI: IL COSPIRATORE di Wibke Bruhns

Un ufficiale tedesco, la sua storia, l'attentato a Hitler

Nel 1979 Bruhns vede alla televisione un programma sull’attentato ad Hitler del 20 luglio del 1944. In una breve sequenza del processo contro i cospiratori appare suo padre Hans Georg dritto e muto, a disagio in un abito troppo largo, davanti al tribunale del popolo. Verrà impiccato il 26 agosto perché sapeva e tacque. Quelle immagini hanno su di lei un effetto devastante, non perché evochino ricordi, ma proprio perché non li evocano. Si riconosce in suo padre, sa di assomigliargli, ma di lui non sa nulla.

La madre Else, non le ha mai detto nulla, trafitta dalla storia, era una fervente nazista e da un matrimonio consegnato ben presto alla deriva delle apparenze e dei sentimenti. Un vuoto enorme in cui è sepolta una verità nascosta dal tempo e dal silenzio.

L’autrice cerca di riportarlo alla luce compiendo un viaggio a ritroso in un tempo che sembra essersi fermato a quella notte…