Questo sito contribuisce alla audience di

Deaglio: la storia di Gesù, nato da fecondazione eterologa

La meravigliosa vicenda del concepimento di Cristo, nato da una giovanissima Maria con seme diverso da quello del marito Giuseppe, e con ambedue i genitori avvertiti e consenzienti: ecco da dove parte Enrico Deaglio per presentare il numero speciale di Diario, che starà in edicola un mese.

La meravigliosa vicenda del concepimento di Cristo, nato da una giovanissima Maria con seme diverso da quello del marito Giuseppe, e con ambedue i genitori avvertiti e consenzienti: ecco da dove parte Enrico Deaglio per presentare il numero speciale di Diario, che starà in edicola un mese.
Oggi la tecnica chiama con termini nuovi - Fivet, fecondazione omologa e fecondazione eterologa - pratiche di facilitazione della riproduzione fino a pochi anni fa considerate impossibili. Il 12 e il 13 giugno gli italiani sono chiamati a esprimere il loro pensiero su queste questioni con quattro referendum. La Cei - in nome di una tradizione o del proprio potere - invita i cattolici ad astenersi dal voto, ma cosa ne penserebbero oggi Gesù e i suoi genitori?

Questo numero di Diario si butta a capofitto in tutto ciò, raccontando la storia a dir poco strepitosa e che ha visto impegnati le migliori menti di ogni generazione. Al centro, oltre a Maria, Giuseppe, Gesù e Dio, altri attori importanti: la fede, la scienza, il potere, il dubbio. Ma anche i primi cristiani, Voltaire, Sigmund Freud e i Monty Phyton, il pragmatismo degli antichi romani e la furbizia di Dan Brown, gli studiosi del Talmud, i protestanti e i pensatori islamici, Laurence Sterne e Woody Allen, l’ipotesi di san Tommaso e i pronunciamenti di Joseph Ratzinger.

Link correlati