Questo sito contribuisce alla audience di

ANNE PERRY al festival NARRAZIONI 2007

Domenica 27 maggio, al Festival Narrazioni 2007, un'ospite d'eccezione: ANNE PERRY, la signora del giallo. Con 23 milioni di copie di libri venduti nel mondo è una delle scrittrici più vendute in assoluto. Ognuno dei suoi titoli è un best-seller mondiale.

Anne Perry nasce a Londra nel 1938; è figlia Henry Hulme, uno dei più insigni scienziati di tutta l’Inghilterra, fine matematico e in seguito rettore del Canterbury University College.

A causa della tubercolosi che le viene diagnosticata all’età di otto anni, a Juliet viene consigliato un cambiamento di clima: si stabilisce così con la famiglia in Nuova Zelanda.

Tornerà in Inghilterra alla fine degli anni Cinquanta dopo la separazione dei genitori, assumendo il nome del nuovo marito della madre, Perry: è con questo nome che è oggi conosciuta come giallista di fama mondiale (delle sue opere sono state vendute oltre ventitre milioni di copie).

La scrittrice deve la sua fortuna alla brillantezza dei suoi personaggi, appartenenti all’epoca vittoriana, alla fedeltà con cui ha saputo riproporre un mondo competitivo e spietato falsamente celato sotto uno strato apparente di perbenismo: proprio da questo clima è nata la duplice serie di successo dell’Ispettore Thomas Pitt e dell’Ispettore William Monk.

In Italia sono stati pubblicati: per Mondadori Misteri vittoriani(1993), Il parco delle teste (1995), Cinque romanzi (1995), L’arco dei traditori (1996), Il battesimo (1997 e 2003), Il maniero(1998), I delitti di Londra, Tre indagini dell’ispettore Pitt (2002); per Fanucci: In un vicolo cieco (2004); con la triade Alto tradimento (2005 e 2006), Giustizia in prima linea (2005) e Angeli nell’ombra (2006) Anne si è distaccata dal mondo vittoriano per addentrarsi dentrole atrocità della Prima Guerra Mondiale, protagonista Joseph Reavley, anche qui dimostrando grande capacità e finezza psicologica nell’esplorazione delle più torbide passioni umane.

Anche con Ostaggi (pubblicato da Sonzogno nel 2006 insieme al racconto di Westlake Donald E. La fabbrica dei soldi nel volume Deviazioni: La fabbrica dei soldi e Ostaggi), l’autrice continua l’esplorazione di scenari limite, dominati dalla violenza, scegliendo in questo caso l’Irlanda del Sud dove il prete protestante e leader estremista di partito Connor O’Malley viene sequestrato da tre terroristi cattolici insieme con la moglie e il figlio.