Questo sito contribuisce alla audience di

Quinta edizione del Premio Letterario Internazionale Alessandro Manzoni della città di Lecco

Anche quest’anno si avvicina la serata finale del Premio Letterario Internazionale Alessandro Manzoni della città di Lecco, il riconoscimento letterario giunto ormai alla sua quinta edizione e[...]

Anche quest’anno si avvicina la serata finale del Premio Letterario Internazionale Alessandro Manzoni della città di Lecco, il riconoscimento letterario giunto ormai alla sua quinta edizione e destinato al romanzo storico.
Vincitore della scorsa edizione è stato Giuseppe Conte con il romanzo “L’adultera”, edito da Longanesi, e ispirato alla storia, narrata nel Nuovo Testamento, dell’adultera salvata dalla lapidazione da Gesù. Questa settimana la giuria ha reso noto l’elenco degli otto romanzi finalisti di quest’anno, che, come vuole il regolamento, sono stati scelti tra le novità letterarie pubblicate tra il giugno 2008 e il giugno 2009 che presentano “caratteristiche di storicità” o hanno “una prospettiva storica”.

La giuria ha selezionato:
-“La delazione” di Roberto Cazzola (Casagrande, 2009) che mette in scena la Torino occupata del 1944
-“Il giorno prima della felicità” di Erri De Luca (Feltrinelli, 2009) ambientato in un caseggiato napoletano nel 1943
-“Il tempo infranto” di Patrick Fogli (Piemme, 2008) che affronta uno dei momenti storici più drammatici della storia d’Italia: la strage di Bologna del 2 agosto 1980
-“Bianca la rossa” di Bianca Guidetti Serra (con Santina Mobiglia, Einaudi 2009) che narra in prima persona l’esperienza dell’autrice che dalla Resistenza approda al PCI per poi uscirne nel 1956 e dedicarsi alla professione di avvocato penalista
-“Idi di marzo” di Valerio Massimo Manfredi (Mondadori, 2008) che ripercorre il momento della morte di Giulio Cesare
-“La lunga attesa dell’angelo” di Melania G. Mazzucco (Rizzoli, 2008) che racconta la storia della figlia illegittima del Tintoretto in una Venezia di fine Cinquecento
-“Santa Maria delle Battaglie” di Raffaele Nigro (Rizzoli, 2009), un romanzo che parte dal presente ma poi si proietta nel passato a ricreare il Cinquecento e il furore delle pestilenze
-“La vergine napoletana” di Giuseppe Pederiali (Garzanti, 2009) incentrato sulla leggenda dell’ultimo discendente di Federico II e dell’impero di Svevia.

L’autore vincitore dell’edizione 2009 sarà premiato sabato 31 ottobre alle ore 21.00 al Teatro della Società di Lecco nel corso della Cerimonia di Premiazione, alla quale interverrà anche Ermanno Olmi, vincitore del Premio alla Carriera 2009.