Questo sito contribuisce alla audience di

Un viaggio nell'Irlanda indomita: Lungo le strade di Seumas O'Kelly

Un’ampia landa, spezzata talora da pianure e torbiere, adagiata ai piedi di colline stagliate contro il cielo d’Irlanda. Questa è la regione del Connacht, una terra primigenia e indomita, culla del[...]

lungo le strade seumas o'kelly copertinaUn’ampia landa, spezzata talora da pianure e torbiere, adagiata ai piedi di colline stagliate contro il cielo d’Irlanda. Questa è la regione del Connacht, una terra primigenia e indomita, culla del popolo gaelico, legato alle sue paludi come ai suoi boschi, riecheggianti delle Creature Benigne dei miti celti, un popolo fiero e mai piegato.

Seumas O’Kelly ci conduce “lungo le strade” di questa antica regione, strade che si snodano tra campagne popolate di gente povera e dignitosa; strade che profumano di poteen, il whiskey irlandese distillato clandestinamente; strade calpestate dai suonatori di flauto e dai bardi, cantori di storie antiche; strade che raccolgono frammenti di vite e di speranze, schegge di dialoghi musicati con la fresca cadenza della parlata gaelica.

Tanti i personaggi raccontati da questo scrittore coraggioso che canta la forza di un’Irlanda che mai ha tollerato il peso del giogo; le “storie del Connacht” sono in primo luogo quelle degli umili e dei dimenticati, avvezzi a un’esistenza dura: storie di affittuari e spaccapietre, di migranti e sfrattati. O’Kelly ci restituisce la vita di campagna, in un periodo cruciale della storia irlandese che pone le premesse di quella che nella prima metà del Novecento si trasformerà in una drammatica guerra civile: l’ultimo ventennio dell’Ottocento, quando con urgenza comincia a porsi la drammatica questione della terra. Le centinaia di fittavoli arrestati per essersi opposti agli affitti sempre più alti imposti dai Landlord sono l’emblema di una fierezza mai sopita, narrata da un autore che ha pagato con la vita il suo orgoglio ostinato.

Lungo le strade è una fiaba, un racconto e un canto alla sacralità di una terra, amata prima ancora che rivendicata, restituita con lo sguardo malinconico e commosso di chi non ha mai smesso d’invocarla libera.

Seumas O’Kelly
Lungo le strade
Tranchida Editore
2009