Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Una poesia di Virginia

    Riprendo le pubblicazioni dei testi inviati dai lettori, propongo una breve poesia inviata dalla lettrice Virginia.

  • Una poesia di WLADIMIR

    Wladimir Folltran di Treviso, invia questa poesia, la commenta così: FORSE NON E' UN GRANCHE' MA IO L'ADORO...E QUESTO PENSO SIA L'IMPORTANTE.GRAZIE ANCORA.

  • Marco Saya, SASSOLINI

    Non so Si che lo so Ho sbagliato No lei ha sbagliato Errare humanum est! Ma non dovevo essere un maiale?

  • Una poesia di Nicola Vassallo

    In colpevole ritardo, ho letto, tra le mail non esaudite da ormai oltre un mese, le poesie di Nicola Vassallo, ne ho scelta una da pubblicare, ma segnalo, in fondo all'intervento, il suo sito, dove potrete trovarne molte di più ed anche altri suoi interventi, che non sempre ci trovano consenzienti, ma la libertà di espressione è una gran cosa...

  • Altre poesie di Stefano Gecchele

    L'abbiamo già conosciuto per le due puntate del Diario, adesso Stefano Gecchele torna ospite del sito con una piccola selezione di poesie, le ho scelte, in modo del tutto arbitrario, tra quelle che mi ha inviato L'ironia la fa da padrona e non è poco, ma sotto...

  • Poesie di Paolo Feliziola

    Con vero piacere presento una piccola autoantologia di Poalo Feliziola, versi asciugati ma densi

  • Reduci

    Pubblico una poesia di Gianluca. Mi piace, molto, ha dei versi rarefatti che sembrano uscire da un altrove dimenticato, dimesso e scarnificato

  • DIARIO di Stefano Gecchele, prima puntata

    Stefano mi invia un'opera che, come egli stesso dichiara, risale a circa sedici anni fa. Si tratta di qualcosa di davvero originale, particolare, nel quale le tecniche dei movimenti contemporanei (e mi riferisco agli anni '80) si mischiano a riferimenti classici. A mio parere merita attenzione Il Professor Meteora presenta: IL DIARIO DEI FUGGITIVI (1982) (opera in k-atti) “Sognavamo un bunker in cui rifugiarsi e sparare...la sera prima di addomentarsi ognuno pensava al punto migliore in cui appostarsi e sparare...non a qualcuno in particolare, ma a tutti in generale..” (Il Capo).

  • DIARIO di Stefano Gecchele, seconda puntata

    La seconda puntata del Diario, l'affascinante poemetto di Stefano Gecchele: Esiste per forza nella scienza di Dio, un punto nero, una macchia, qualcosa che si e’ ingiallito, guastato, inceppato.

  • Moby Dick di Alpia Memoere

    E se non avessimo nulla da cercare? Mi arriva soltanto con un concessivo "pubblicala pure" e la firma, Alpia Memoere... Scarno accompagnamento Scarna la poesia, o essenziale, poche righe, poche parole, davvero ricca però di significati, malinconica e colorata, ventosa persino, anche se il vento nemmeno appare