Questo sito contribuisce alla audience di

Io sposo te, rettile ...

A volte la realtà supera la fantasia, nessuno scrittore avrebbe mai osato tanto, eppure certe cose accadono davvero. Quando la realtà sconfina nel fantastico genera stupore e meraviglia, eppure succede più spesso di quanto pensiamo.Oggi in India, a Bhubaneswar,una donna indiana ha sposato un cobra, rapita dal suo fascino

Bhubaneswar, 18:27

INDIA: SPOSA UN RETTILE, AMMALIATA DAL SUO FASCINO
Una donna indiana ha sposato un cobra, rapita dal suo fascino. Lo sposalizio e’ stato celebrato mercoledi’ davanti a duemila invitati, con una cerimonia tradizionale indu’ nel villaggio di Atala, nello Stato indiano di Orissa, non distante dal capoluogo Bhubaneswar. I sacerdoti hanno suggellato l’unione cantando mantra, ma il rettile, che vive in un formicaio non distante, non si e’ presentato al rito. Al suo posto, accanto alla sposa esitante nel suo sari di seta, e’ stato sistemato un cobra in ottone. “Sebbene i serpenti non parlino ne’ capiscano, noi comunichiamo in un modo particolare”, ha raccontato Bimbala Das, 30 anni, all’agenzia Press Trust of India, “Ogni qual volta metto del latte vicino al formicaio, il cobra viene fuori e lo beve. Si fa sempre vedere quando mi avvicino alla tana. Non mi ha mai fatto del male”. E’ stata festa grande per gli abitanti del villaggio, convinti che questa insolita unione porti fortuna: i serpenti, e soprattutto il cobra reale, sono venerati in india come simboli di Shiva, il dio della distruzione. Das, che appartiene alla casta inferiore, si e’ convertita alla setta dei Vaishnav, vegeteriani e animalisti, e ha dovuto chiedere il permesso agli anziani del villaggio per sposare il cobra. Dopo la cerimonia, si e’ trasferita in una capanna costruita vicino al formicaio. Nei mesi scorsi, alla periferia di Bhubaneswar, fu celebrato uno sposalizio tra una ragazza di una tribu’ e un cane.