Questo sito contribuisce alla audience di

Io & Tondelli di AA. VV -

Racconti dedicati e ispirati a Pier Vittorio Tondelli di Enos Rota, Vincenzo Trama, Sergio Lo Gatto, Giovanni Ragonesi, Roberto Laghi, Federica Soncini, Piergiorgio Leaci, Antonio Del Ramo, Mirko Roglia, Valentina Soluri ed Ennio Trinelli.

A cura di Enos Rota ed Ennio Trinelli - con un saggio di Patrick Dubois

ISBN 978 - 88 – 7606 – 161 - 5

Dalla prefazione di Enos Rota: Avrei voluto in occasione del 15° anniversario della morte di Pier, e nel 20° di “Biglietti agli Amici”, dedicargli un piccolo testo dove avrei riportato i cinquanta incontri in Italia e i cinque all’estero in cui ho avuto la fortuna di parlare di lui, presentando il mio libro “Caropier”. Credo che avrei sorpreso non pochi lettori perché ovunque, l’accoglienza che mi è stata riservata come emissario e amico di Pier, è stata calorosa, indimenticabile. Ho sentito una partecipazione affettuosa alla vicenda, anche umana, di Pier Vittorio, a dimostrazione di quanto sia ancora seguito a tanti anni dalla morte. Avevo pensato che sarebbe stato bello stavolta, dopo due edizioni di testimonianze dei lettori, dedicargli qualcosa di attinente alla sua attività più naturale, cioè quella della “scrittura”. E anche a quella, più involontaria, di “provocatore culturale”: quella sua capacità intatta anche dopo la morte, di provocare con i suoi scritti riflessioni, stimoli al confronto, dibattiti, anche aspri, grazie a quel meraviglioso mezzo – che lui avrebbe chiamato strana pratica – che è la scrittura. Quando Ennio Trinelli mi illustrò la sua felice idea di raccogliere in un’antologia scritti di giovani e non giovani esordienti, invitandoli a descrivere il loro rapporto con la narrativa Tondelliana, io fui subito entusiasta perché da tempo volevo proporre qualche interrogativo del tipo “Che cosa suscitano oggi le sue pagine? Che impatto emotivo possono avere su chi si appresta a “raccontare” e “raccontarsi” ? Tondelli ha un messaggio da trasmettere anche oggi? E se sì in quale modo, direzioni, con quali effetti?”. Sono queste più o meno le domande poste agli Autori che ci hanno inviato gli interventi che troverete nel libro. Interventi che nei contenuti richiamano temi cari a Pier Vittorio, ma che vivono, naturalmente, di esperienze proprie, legate anche alla letteratura di Tondelli, senza però esserne figli ingrati.