Questo sito contribuisce alla audience di

Love Me di Gemma Weekes

The Guardian l'ha definito un brillante romanzo di esordio, con personaggi indimenticabili, un'ambientazione perfetta e un linguaggio veloce e accattivante. Un'opera moderna, attualissima, che sancisce la prima incursione nella narrativa della cantante londinese Gemma Weekes, che è anche poetessa. La Alacran ci avvisa che si tratta di un romanzo di formazione al femminile che ha già scalato le vette delle classifiche in Uk e in Olanda.

The Guardian l’ha definito un brillante romanzo di esordio, con personaggi indimenticabili, un’ambientazione perfetta e un linguaggio veloce e accattivante. Un’opera moderna, attualissima, che sancisce la prima incursione nella narrativa della cantante londinese Gemma Weekes, che è anche poetessa. La Alacran ci avvisa che si tratta di un romanzo di formazione al femminile che ha già scalato le vette delle classifiche in Uk e in Olanda.

“…E poi il primo amore non dovrebbe sbocciare con tanta forza, sapete? Non dovrebbe assomigliare a un pugno che si stringe in eterno intorno al vostro muscolo cardiaco. Dovreste essere in grado di ridere delle sue foto, di menzionarlo in una conversazione come segno dei progressi che avete fatto. […] Sono passati dieci anni e un primo amore non dovrebbe ostruirvi l’anima. Non credo nemmeno di essermi resa conto della gravità della cosa finché non è riapparso…”

Così grazie alla Alacran arriva in tutte le librerie italiane Love Me (Alacrán, pp. 327, €17,50), folgorante debutto editoriale della cantante e poetessa londinese Gemma Weekes, che grazie a un linguaggio veloce e scintillante, a personaggi sapientemente tratteggiati e ai temi affrontati, trasforma il logoro romanzo d’amore e formazione in una lettura fresca e pulsante.

Scritto in una sorprendente prosa scattante e piena di ritmo, vicina allo slang, Love me è un romanzo di formazione al femminile agrodolce che prende le mosse da una palpitante e tormentata storia d’amore metropolitana e arriva ad affrontare il complesso tema della ricerca dell’identità personale, conducendo la protagonista alla scoperta delle proprie origini culturali ed etniche e a misurarsi con temi che ogni donna presto o tardi è costretta ad affrontare: il rapporto con la madre, con il proprio corpo, la propria capacità seduttiva.

Eden è una giovane ventenne dell’East End di Londra insoddisfatta della sua vita: poche amicizie, un lavoro alienante e un padre che sta per sposarsi con una donna che a lei non piace. Le cose cambiano quando all’improvviso ricompare all’orizzonte Zed, il suo grande amore adolescenziale mai dimenticato. Il giovane rapper newyorkese dagli occhi color ‘Pepsi’ sembra però infatuato di un’aspirante fotomodella, cosicché l’amore di Eden per lui ben presto si trasformerà in ossessione e poi in perdita di interesse per il proprio lavoro, per il proprio aspetto e per tutto ciò che riguarda la sua vita a Londra. Fuggire a New York dalla zia Katherine sembrerà l’unica soluzione per alleviare la sofferenza. In realtà, sarà la strada per ritrovare se stessa e le sue radici: nella grande mela Eden dovrà confrontarsi con i suoi demoni personali e qualche scheletro nell’armadio di famiglia.

La scelta di capitoli brevi e di una scrittura veloce e colloquiale, soprattutto nei dialoghi, insieme all’appassionante intreccio di storie parallele terrà sempre accesa l’attenzione del lettore, dimostrando allo stesso tempo una grande consapevolezza linguistica da parte dell’autrice.

I luoghi e gli ambienti, come la vecchia Brooklyn, con i suoi cortili recintati e le sue case di pietra fatiscenti, o la ‘schifosa Londra con i suoi marciapiedi pieni di crepe e il suo cielo spento e pozzanghere bisunte’ è splendidamente evocata da Gemma Weekes, che racconta seguendo il ritmo dell’hip-hop e la propria anima poetica.

“Eccolo lì.
Scintillante come una moneta d’argento tra le monetine di rame.
Più accecante di un pugno in faccia.
Che pranzo. Che droga. Che Dio mi aiuti.[…]
Sono livida d’amore, sudata come un corridore, a corto di fiato, il petto una grotta di pipistrelli.”

Nel romanzo l’amore viene trattato in tutte le sue forme: fra uomo e donna, fra madre e figlia, fra padre e figlio, fra nipote e zia, fra amici, fra bianchi, neri e meticci…

“Ecco una importante lezione di vita, tesoro: non soffrire e non chiedere scusa. Le donne hanno in mano la chiave dell’anima degli uomini. Gli uomini conoscono se stessi solo grazie a noi. Farebbero qualunque cosa pur di nasconderlo, ma è la verità.”

Capitolo a parte merita la musica. Funk, raggae, soca, two-step, hip hop, soul, rock, R&B…un caleidoscopio di generi musicali si mescolano nella trascinante colonna sonora del romanzo. A impreziosirla diverse citazioni di grandi artisti del passato e del presente: Bob Marley, Prince, Fela Kuti, Gloria Estefan, Marvin Gaye, i Wu-Tang Clan e molti altri ancora. Lungo il percorso, Gemma Weekes lamenta anche il declino del genere hip-hop, da vera espressione della “vita di strada” a semplice fenomeno di moda svuotato di ogni suo valore originario: una ‘musica da clown’.

Gemma Weekes
Nata nell’East End di Londra nel 1978, ha vissuto tra l’Inghilterra e Santa Lucia. Inizia la sua carriera artistica come poetessa e musicista e, all’età di diciassette anni, pubblica la sua prima opera. Love Me è il suo primo romanzo, già lanciato in Inghilterra e Olanda e nel 2010 in Francia e Germania.
Gemma Weekes

Gemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma Weekes

Gemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma WeekesGemma Weekes

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Profilo di loredana.spelia@yahoo.it

    loredana.spelia@yahoo.it

    19 Jul 2010 - 15:45 - #1
    0 punti
    Up Down

    Ciao a tutti….
    leggevo di questo libro proprio sul mio Cosmopolitan…sono molto incuriosita!
    Ho deciso andrò a comprarlo e diventerà il mio libro per le vacanze..da portarmi sotto l’ombrellone!
    Cosa può esserci di meglio di un pò d’amore, e di un’appasionante storia per rlassarmi un pò e farmi sognare a occhi aperti!!!non credete anche voi?!

    Sono curiosissima!!