Questo sito contribuisce alla audience di

Il Lavoro Raccontato - Il Lavoro Immaginato

L'ass.cult. Via De'Poeti, Promuove un Contenitore ed una Rassegna Aperta, che si concluderanno con un Festival di documentazione e proposta nella primavera / estate del 2011 a Bologna ed in altre città italiane. Tutti sono invitati fin da ora a collaborare ed a contribuire.

Da: Associazione Culturale VIA DE’ POETI, Via A. Stoppato 7, 40128 Bologna, www.viadepoeti.it, postapoeti@libero.it

A tutti i Cittadini, a chiunque abbia a cuore il problema del Lavoro, a tutte le Associazioni, gli Enti Pubblici, i Privati, i Sindacati, le Scuole, le Università, gli Operatori dell’Informazione, gli Editori, i Partiti, le Aziende, gli Artisti, gli Scrittori, i Musicisti, i Locali ed i Cittadini Fruitori di Cultura e Non: Il Progetto sarà presentato al Comune di Bologna, alla Provincia di Bologna, alla Regione Emilia Romagna, alle Fondazioni Del Monte e Carisbo, ad altri Comuni, Province e Regioni, al Ministero della Cultura ed ad altri ministeri, ad associazioni di categoria, sindacati, coop ed aziende, privati, ecc., per i finanziamenti necessari entro il 31 12 2010.

Contenitore / Rassegna
” IL LAVORO RACCONTATO, IL LAVORO IMMAGINATO “
L’associazione Via de’Poeti, nello spirito e nei compiti dei suoi principi costitutivi, vuole dare un contributo costruttivo alla crisi di iniziative culturali che nascono e crescono nel tessuto reale della società italiana e nella sfera specifica della vita reale e dei problemi quotidiani.
Nel filone storico / culturale della operatività artistica “organica” e nel tentativo di stimolare riflessioni, analisi e proposte concrete sul problema drammaticamente più attuale, Propone: Un Contenitore di apporti culturali ed artistici vari e senza limiti di pertinenza sul tema del LAVORO.

Il Lavoro “Raccontato” come documentazione, memoria collettiva e base critica; il Lavoro “Immaginato” come rispondente ai diritti ed ai doveri dell’essere umano e come migliore obiettivo possibile da costruire e raggiungere. Tutto ciò nel contesto dello spirito già citato del rapporto necessario ed indissolubile dell’arte e della cultura con il mondo reale, in modo che sia un piccolo lievito propositivo e, possibilmente, un risveglio della coscienza civile.

A tale scopo chiediamo a tutte le Associazioni, Enti Pubblici, Privati, Sindacati, Scuole, Università, Operatori dell’Informazione, Editori, Partiti, Aziende, Artisti, Scrittori, Musicisti, Locali e Cittadini Fruitori di Cultura e Non, di dare il loro apporto per quanto riguarda lavori, idee, testi e mezzi al riguardo, ognuno secondo le proprie finalità e possibilità. Tutto il materiale che deriverà dalla nostra proposta farà parte di una RASSEGNA / FESTIVAL che si svolgerà a Bologna ed in altre città italiane nella primavera / estate del 2011 (Prevediamo tra maggio e luglio).
L’occasione potrebbe essere di eccezionale importanza anche per la possibilità di espressione, lavoro ed impegno di tutti quei soggetti culturali ed artistici che non hanno modo di presentare e diffondere i propri lavori, nonché terreno sul quale costruire o ricostruire quella rete di collaborazioni e discussioni tra i molti soggetti coinvolti, che si auspica da molte parti.

Il tema permette il coinvolgimento, oltre che degli attori storici del panorama del Lavoro, anche dei nuovi ed in particolare degli IMMIGRATI.
Particolare attenzione vogliamo rivolgere ai GIOVANI ed a tutti coloro che non fanno ancora parte attiva del tema in oggetto: il “Contenitore” è soprattutto per loro, rivolto al futuro imminente o più lontano. La loro voce dovrà essere messa in primo piano e, finalmente, ascoltata. Ruolo altrettanto importante dovrà essere quello dei PENSIONATI: senza la loro testimonianza ed i loro consigli non potremmo costruire alcunchè di veramente fattivo. Sezioni specifiche dovranno essere le problematiche relative all’universo FEMMINILE, a tutte le persone in difficoltà, al VOLONTARIATO ed alle politiche nazionali e comunitarie. Saranno effettuati contatti e scambi di esperienze e proposte con realtà EUROPEE ed EXTRA EUROPEE, come artisti, operatori culturali, sociali, politici e chiunque altro possa dare un apporto appropriato.

“IL LAVORO RACCONTATO, IL LAVORO IMMAGINATO”
Maggiori informazioni possono essere richieste a: tel. 3403479570 mail: postapoeti@libero.it, lupoangel@fastwebnet.it