Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Davide Paolini

Davide Paolini, giornalista enogastronomico, profondo conoscitore e cultore delle meraviglie alimentari del nostro paese, è autore di numerosi libri e guide; è editorialista del Sole 24 Ore, di Food&wine e conduce la trasmissione "Il Gastronauta" su Radio 24.

Quando visiti un ristorante per la prima volta ti mimetizzi?

Rimango sempre me stesso, se prenoto lo faccio con il mio nome, se sono invitato da altri, lascio fare. Ho sempre pensato che in due ore il cuoco non può cambiare il menu, quindi ritengo “stupido” prenotare con un altro nome.
 

Quale cibo ritieni che sia un genio incompreso?

La colatura di alici di Cetara.
 

E quale, invece, pensi che venga elogiato arbitrariamente?

Le ostriche.
 

Il tuo gustoviaggiare ti ha riservato delle sorprese inattese?

Direi proprio di si, ogni viaggio per me è una sorpresa perché sono sempre disponibile a testare cose per me nuove. Se dovessi elencare le scoperte, ci vorrebbero decine e decine di pagine. L’ultima in ordine sono le papacelle della costiera amalfitana.
 

Chi potrebbe essere un antenato del Gastronauta?

Ulisse (fatti non viver come bruti ma per seguir vertute e conoscenza…).
 

La ricetta giusta per gustarsi la vita?

La ricerca del punto G (gastronauta), ovverosia la libertà del piacere.
 

——————————————————————————————

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato, inviando una semplice e-mail a: letteraturagastronomica@supereva.it puoi iscriverti gratui- tamente alla NEWSLETTER DELLA GUIDA DI LETTERATURA GASTRONOMICA.