Questo sito contribuisce alla audience di

Carciofi alla romana

Le ricette che Gian Luigi Corinto e Felice La Rocca hanno incluso in “Come un carciofo” (Vallecchi) sono tratte prevalentemente dalla tradizione regionale, alcune raccolte dalla viva voce di anziane massaie.

Ingredienti (per 4 persone):
8 carciofi romaneschi
1 mazzetto di prezzemolo fresco
2 spicchi d’aglio
4 foglie di menta
olio extravergine d’oliva
sale pepe

 

Preparazione:

Pulire i carciofi, recidere il gambo a circa 2-3 centimetri dalla testa, levare le foglie dure. Aprire ciascun capolino e con un coltellino togliere la peluria centrale. Tritare il prezzemolo, le foglie di menta, l’aglio. Il trito va posto in una tazza, salato, pepato con l’aggiunta di due cucchiai d’olio. Riempire quindi i carciofi con il trito preparato, richiuderli bene e sistemarli, capovolti ben vicini tra di loro, in un tegame di terracotta o in una pirofila a bordi alti.

Salare e versare nel recipiente una parte di acqua e due di olio facendo in modo che i capolini siano completamente coperti.

Coprire con un coperchio e infornare a 180° per circa un’ora. A cottura ultimata, scolare i carciofi, accomodarli su un vassoio e servirli possibilmente caldi o tiepidi.

Da: “Come un carciofo” di Gian Luigi Corinto e Felice La Rocca (Vallecchi).