Questo sito contribuisce alla audience di

Mangiare in cascina (Atesa)

Un viaggio nelle abitudini, precipuamente contadine, della società contadina, frutto di un'ampia ricerca bibliografica, ma anche di interviste a "gente di cascina" che mi ha aperto il cuore, donandomi preziosi ricordi. Un libro che ho scritto in ringraziamento a una terra, la Lombardia, che mi ha dato tanto.

MANGIARE IN CASCINA

Viaggio nella gastronomia e nelle tradizioni della civiltà contadina
Con le ricette tipiche delle cascine padane

di Loredana Limone

Presentazione di Davide Paolini - Introduzione di Alfre- do Zavanone

Collana “Gastronomica”

Atesa Editrice, Bologna
2004

Pag. 96

€ 13,00

Nella nostra civiltà contadina la cascina ha rappresentato un microcosmo pregno di umanità e schiettezza dove si viveva una vita intensa e semplice spesa tra la dura fatica accettata con religiosa sopportazione e la sincera condivisione del poco che si possedeva.

Elemento architettonico proprio soprattutto del paesaggio agrario padano, la cascina è stata non solo un luogo di lavoro e produzione, ma anche di abitazione e vita di diverse generazioni di contadini: dunque, un luogo di socialità, espressione e cultura rurale.

Una radice povera ma innegabilmente ricca di significati, contenuti e sapori che in questo libro viene ricordata insieme con i cantori della civiltà contadina padana: per farci assaporare e rielaborare scene che hanno il respiro e l’incanto di un poema bucolico ricco di gusti poveri e di aromi semplici quali la minestra calda nel paiolo, le fondine del latte riempite con fette di polenta fumante, dolciumi e castagne in bella mostra su una bancarella nella piazza del paese.

Sapori e saperi ormai dimenticati - come scrive Davide Paolini nella presentazione - che ritroviamo nelle ricette di queste pagine: ricette umili che fanno riaffiorare in ognuno di noi sensazioni diverse ma riconducibili a quella vita legata alla terra e alle sue stagioni.

——————————————————————————————

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato, inviando una semplice e-mail a: letteraturagastronomica@supereva.it puoi iscriverti gratui- tamente alla NEWSLETTER DELLA GUIDA DI LETTERATURA GASTRONOMICA.