Questo sito contribuisce alla audience di

C’era una volta…

Ci sono volute delle menti fantasiose, una scrittrice entusiasta, una libraia eccelsa... e poi un orso, un'orsacchiotta, una scimmia, un panciuto commissario, un elicottero, una ferrari, un braccialetto, una monetina, un medico niente affatto bello e una regina, per creare questa storia al laboratorio "Inventiamo una fiaba" che ho tenuto presso la libreria Lettori Golosi di Monza, dove vengono continuamente organizzate gustose iniziative. Infoline: 039.360123.

   C ’ e r a    u n a    v o l t a . . .

un bosco incantato dove ORSO e ORSACCHIOTTA andarono fare un pic-nic.

ORSACCHIOTTA aveva preparato un cestino pieno di insalata di riso (senza i piselli), panini al prosciutto con:

  • hamburger
  • insalata verde e fresca
  • maionese
  • formaggio che stava sotto il letto, ovvero “sottiletto”.
  •  
    Volevano portare anche delle fragole, ma si dissero: “Giacchè andiamo nel bosco, raccoglieremo lì le fragoline” e felici si incamminarono.

    Cammina che ti cammina…
    cammina che ti cammina…
    cammina che ti cammina…

    si ritrovarono nella giungla dove incontrarono una scimmia intelligentissima che però aveva il vizio di fare scherzi a tutti!!!
    Li faceva proprio a chiunque passasse nella giungla. Ed ecco che… ORSO e ORSACCHIOTTA furono le sue prossime vittime.


    Inoltre, SCIMMIA sapeva fare molteplici salti mortali, e lo dimostrò subito.
    Al dodicesimo tentativo, però, cadde proprio su ORSO e ORSACCHIOTTA e li schiacciò con tutta la sua mole.

    Fortunatamente in quei cieli transitava un ELICOTTERO della Police americana con dentro il COMMISSARIO PANCIOTTONI, che col suo gancio di salvataggio la tirò su.
    E per fortuna!!!!!!
    Perché così con una semplice capriola ORSO e ORSACCHIOTTA riuscirono a tirarsi su e ad iniziare il loro pic-nic in santa pace.

    Intanto il COMMISSARIO PANCIOTTONI aveva portato SCIMMIA in Commissariato, perché

  • fosse stato un prete l’avrebbe portata in convento
  • fosse stato un macellaio l’avrebbe chiusa nel frigorifero
  • fosse stato un poeta avrebbe declamato una poesia:
    1. Scimmia scimmetta,
      sei tu un’ochetta?
      O sei una paperetta?
      Sai andare in bicicletta?

    “Siiiiiiiiiii” rispose SCIMMIA con entusiasmo .
    A questa risposta, con un gran calcione, il COMMISSARIO PANCIOTTONI la mandò fuori dicendo:
    “E allora pedalaaaaaa!!!!!!!!”
    Poi se ne tornò a casa per andare a prendere la sua FERRARI e farsi un giro a 1000 all’ora, così cantando a squarciagola:
    ♫ ♪ ♪ ♪ ♪ Andavo a 1000 all’ora per veder la bomba mia ye ye ye ye ye ye ye ye. ♪ ♪ ♪ ♪ ♫

    Per fortuna, nonostante il gran volo, SCIMMIA non si era fatta nulla poiché aveva al polso un BRACCIALETTO multicolore con i sonaglini magici, che le portò tanta fortuna da farle trovare una MONETINA da 100000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000 di euro con cui comprò una FERRARI molto più potente di quella del COMMISSARIO.

    Intanto ORSO e ORSACCHIOTTA, dopo aver mangiato tutto il resto, avevano cominciato a gustare le fragoline raccolte nel bosco incantato della giungla, che erano dolci però aspre, grandi però piccole.
    Comunque buone.

    Purtroppo, il povero ORSO si ricoprì immediatamente di puntini rossi perché era allergico alle fragole, e perse i sensi.
    Sempre per fortuna - perché questa è proprio una fiaba fortunata - passò SCIMMIA con la sua FERRARI, si fermò e chiese cosa fosse successo.

    ORSACCHIOTTA le raccontò delle macchie di ORSO e allora SCIMMIA le propose:
    “Indovina quest’indovinello e io vi accompagnerò in ospedale!
    Che tipo di FUNGO è quello che ti mostro????
    Ti do tre possibilità:
    1) Nannolino
    2) Porcino
    3) Amatino.”
    “Amatino!!!!!!!!!!!!” rispose ORSACCHIOTTA.
    “Sbagliato!”
    “Allora… allora… mumble mumble… Porcino!”
    “Esatto!!!!!” esclamò SCIMMIA.

    Quindi li accompagnò all’ospedale dove trovarono il DOTTOR ISABELLO, che non era né Isa né Bello, ma curò ORSO in un batti e in un baleno.

    E così … per fortuna …………….

    vissero tutti felici e contenti!
     

    Tranne la REGGGGGGGINA
    che aveva perso il suo giocattolo!

     
    * * * * *
    Nota:
    Le immagini di questa fiaba
    sono bianco-nero per essere
    colorate dai vostri bambini.
    Potete stamparla, leggerla
    e colorarla insieme. CIAO!

    ——————————————————————————————

    Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato, inviando una semplice e-mail a: letteraturagastronomica@supereva.it puoi iscriverti gratui- tamente alla NEWSLETTER DELLA GUIDA DI LETTERATURA GASTRONOMICA.