Questo sito contribuisce alla audience di

Déjeuner du matin

L'amore... A volte nel tempo di un caffè sta la sua fine. E tutto il dolore che ne consegue.



Il a mis le café
Dans la tasse
Il a mis le lait
Dans la tasse de café
Il a mis le sucre
Dans le café au lait
Avec la petite cuiller
Il a tourné
Il a bu le café au lait
Et il a reposé la tasse
Sans me parler
Il a allumé
Une cigarette
Il a fait des ronds
Avec la fumée
Il a mis les cendres
Dans le cendrier
Sans me parler
Sans me regarder
Il s’est levé
Il a mis
Son chapeau sur sa tête
Il a mis
Son manteau de pluie
Parce qu’il pleuvait
Et il est parti
Sous la pluie
Sans une parole
Sans me regarder
Et moi j’ai pris
Ma tête dans ma main
Et j’ai pleuré.

Da: Paroles di Jacques PRÉVERT, Editions Gallimard
 

TRADUZIONE (della Guida)

Ha messo
Il caffè nella tazza
Ha messo
Il latte sul caffè
Ha messo
Lo zucchero
Con il cucchiaino
L’ha girato
Ha bevuto il caffe macchiato
Ha posato la tazza
Senza parlarmi
Ha acceso
Una sigaretta
Ha fatto
Dei cerchi col fumo
Ha messo la cenere
Nel posacenere
Senza parlarmi
Senza guardarmi
Si è alzato
Si è messo
Il cappello in testa
Si è messo
L’impermeabile
Perché pioveva
E se n’è andato
Sotto la pioggia
Senza una parola
Senza guardarmi
E io mi sono presa
La testa fra le mani
E ho pianto.

—————————————————————————————————–

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato, inviando una semplice e-mail a: letteraturagastronomica@supereva.it puoi iscriverti gratui- tamente alla NEWSLETTER DELLA GUIDA DI LETTERATURA GASTRONOMICA.