Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Pagine da sfogliare come rose, rose da girare come pagine

    Una nuova rassegna dedicata alla promozione della lettura

  • Newsletter di Letteratura Gastronomica

    Se la letteratura gastronomica vi interessa e volete essere informati di ciò che vi ruota intorno, se ciò che leggete in questa Guida vi piace e non volete perdere nemmeno un intervento, c'è la possibilità di ricevere gratis gli aggiornamenti direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

  • Saporiti, gli scrittori strapazzati

    In “Una stanza per sé” Virginia Woolf trovava curioso che gli scrittori tendessero a far credere ai lettori che i pranzi erano invariabilmente memorabili per qualcosa di molto spiritoso che ivi si era detto o per qualcosa di molto saggio che ivi era accaduto. Ma che raramente essi dedicassero qualche parola al racconto di ciò che nel corso di quei pranzi i commensali avevano mangiato.

  • Leccornie per la mente

    La stampa virtuale sposa quella cartacea; infatti un giornale ha dedicato dello spazio a questa guida.

  • Tre sorelle, tre uve. Uno champagne.

    “Champagne per brindare a un incontro” cantava Peppino Di Capri un po’ di tempo fa. Non so se Sarah-Kate Lynch conosca questa canzone, anzi non credo, però anche lei ha utilizzato il binomio champagne e incontro.

  • Il gusto del sommo poeta

    Siamo, in massima parte, abituati ad una trattazione scolastica di Dante Alighieri che lo limita entro certi schemi circoscritti e convenzionali. Eppure l'opera dantesca raccoglie tutto quanto si possa squadernare della letteratura dell'epoca e contiene ciò che caratterizzò la vita italiana nel Duecento e nel primo Trecento, riecheggiandone le correnti di pensiero e i sentimenti. Ma anche i colori e i sapori: naturalmente, dipende dalla chiave di lettura.

  • Autopresentazione della Guida

    Letteratura Gastronomica: cosa, come, perché. E chi.

  • Pappa al pomodoro

    Per quanto inerisce alla ricetta da scegliere in "I Sapori del Sapere", io che, grazie al mio bambino ho esordito come favolista, propongo quella di Gian Burrasca.