Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Intervista a Beatrice Valsecchi

    Beatrice Valsecchi, nata a Monza nel 1974, si diploma al liceo classico e si laurea in lingue e letterature straniere. Dopo aver lavorato qualche anno in un’azienda, lascia l’impiego per seguire il sogno di fare la sceneggiatrice: viene selezionata per il corso RAI e, successivamente, perfeziona la sua preparazione al Centro Sperimentale di Cinematografia. Attualmente lavora come sceneggiatrice, traduttrice, correttrice di bozze. “Un sogno di torta fritta e marzapane” (Sperling & Kupfer) è il suo primo romanzo.

  • Quei gustosi anni Ottanta

    Diciamolo pure, negli anni Ottanta le cose avevano un gusto diverso. C'erano i mottarelli, il cristall ball, Geppo (il giornalino), il catalogo Postalmarket, la Fiat 127, il cartone animato Lady Oscar e per Albano e Romina Power la felicità non era solo un bicchiere-di-vino-con-un-panino...

  • Incontro in drogheria

    Cos’è l’amore? Una pianta che sboccia spontaneamente, sì. Ma poi? Come fare perché non muoia? Come riuscire a nutrirlo?

  • Con uso di cucina

    Higgins Clark è un cognome di punta tra gli autori del brivido. Ma è anche una donna molto tenera, con un vissuto di sofferenze che hanno aumentato la sua sensibilità.

  • Tre sorelle, tre uve. Uno champagne.

    “Champagne per brindare a un incontro” cantava Peppino Di Capri un po’ di tempo fa. Non so se Sarah-Kate Lynch conosca questa canzone, anzi non credo, però anche lei ha utilizzato il binomio champagne e incontro.