Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • La grandezza di Shakespeare

    Shakespeare irrompe nella letteratura innescando elementi come il dubbio, la malinconia, la ricerca del senso della vita, tipici dell’esistenzialismo moderno...

  • L’Italia del Romanticismo inglese

    L’Italia [...] da sempre luogo delle emozioni più pure, della passione più selvaggia, delle sensazioni forti, il regno delle più grandi virtù e della più grande indulgenza, terra di corruzione e di libertinismo, di affari tragici e di violenza assurda, per i romantici inglesi non era altro che bella, selvaggia e bella.

  • Ad un'Allodola

    L’ode Ad un'Allodola di Percy Bysshe Shelley (1792-1822) esprime la meraviglia umana di fronte al canto di un uccello che simboleggia l’arte come fonte di piacere...

  • Cime Tempestose

    Wuthering Heights é il capolavoro di Emily Brontë in Italia noto col nome di "Cime temepstose" e divulgato attraverso diverse versioni cinematografiche...

  • "When a Man Hath No Freedom"

    "...combatti per la libertà ovunque tu sia, /e se non ti sparano o ti impiccano, sarai ..."

  • Shakespeare e il Natale

    C’è uno Shakespeare che si sforza e che si inventa un tema per lui inusitato: il Natale.

  • L'autunno per George Eliot

    Innamorata dei colori forti e dei paesaggi malinconici, sull’autunno scrisse...

  • La nascita del giornalismo moderno

    Con i suoi argomenti di estetica, letteratura, lifestyle che insieme alle notizie, erano il nutrimento necessario del buon borghese del ‘700 , “The Spectator” riscosse un successo talmente ampio che si stimò fosse letto da ben il 10% dei Londinesi...

  • "A Valediction: Forbidding Mourning" di John Donne

    "L’amore degli ottusi amanti sublunari /(la cui anima è senso) non può ammettere/l’assenza, perché essa rimuove /quelle cose che l’hanno generata".

  • Wordsworth e Coleridge e il potere dell'immaginazione

    ...affascinati da un’idea ontologica di poesia che ne ricercasse la vera origine, erano pervenuti alla conclusione poco democratica secondo cui il poeta è colui il quale detiene il potere dell’immaginazione...