Questo sito contribuisce alla audience di

Calore

una poesia di Nicolas Guillén

src="http://www.bonk.com.ar/tesla/reps/082801/barril_fuego.jpeg" width=228
align=baseline border=0>

Calore

Il calore crepa la
notte.
La notte cade incenerita
sul fiume.
Che grido,
che grido
fresco sull’acqua
è il grido che dà la notte
bruciata!
Rosso calore per
negri.
Tamburo!
Calore per torsi lucenti.
Tamburo!
Calore con lingue
di fuoco
sopra le nude schiene…
Tamburo!
L’acqua delle stelle
inzuppa
tutti gli alberi di cocco
ridesti.
Tamburo!
Alta luce delle
stelle.
Tamburo!
Il faro polare oscilla…
Tamburo!
Fuoco a bordo!
Fuoco a bordo!
Tamburo!
Davvero? Fuggite! Non è vero!
Tamburo!
Coste
sorde, cieli sordi…
Tamburo!
Le isole navigano,
navigano,
navigano,
e sono tutte in fiamme.

src="http://www.bonk.com.ar/tesla/reps/082801/barril_fuego.jpeg" align=baseline
border=0>