Questo sito contribuisce alla audience di

Le ragazze, di Pablo Neruda

Da: "I versi del capitano". "Ragazze che cercavate/ il grande amore, il grande amor terribile,/ ch'è successo, ragazze?..."

 

 

 

 

Le ragazze

 

Ragazze che cercavate
il grande amore, il grande amor terribile,
ch’è successo, ragazze?

Forse
il tempo, il tempo!

Perché ora,
è qui, guardate come passa
trascinando le pietre celesti,
rompendo fiori e foglie,
con un rumore di spume sferzate
contro tutte le pietre del tuo mondo,
con un odore di sperma e di gelsomini,
vicino alla luna insanguinata!

E ora
tocchi l’acqua con i tuoi piccoli piedi,
con il tuo piccolo cuore,
e non sai che fare!

Son migliori
certi viaggi notturni,
certi scompartimenti,
certe divertentissime passeggiate,
certi balli senz’altra conseguenza
che continuare il viaggio!

Muori di paura o di freddo,
o di dubbio;
io, con i miei grandi passi,
la troverò,
dentro di tè,
o lungi da tè,
e lei mi troverà,
lei che non tremerà davanti all’amore,
lei che sarà fusa
con me
nella vita o nella morte!

 

(tratto da: “I versi del Capitano”, Passigli Editori,
 a cura di Giuseppe Bellini)

 

Las muchachas

Muchachas que buscàbais
el gran amor, el gran amor terrible,
qué ha pasado, muchachas?

Tal vez
el tiempo, el tiempo!

Porque ahora,
aqui està, ved como pasa
arrastrando las piedras celestes,
destrozando las flores y las hojas,
con un ruldo de espumas azotadas
centra todas las piedras de tu mundo,
con un olor de esperma y de jazmines,
junto a la luna sangrienta!

Y ahora
tocas el agua con tus pies pequenos,
con tu pequeno corazón
y nosabes qù hacer!

Son mejores
ciertos viajes nocturnos,
ciertos departamentos,
ciertos divertidisimos paseos,
ciertos bailes sin mayor consecuencia
que continuar el viaje!

Muérete de miedo o de frfo,
o de duda,
que yo con mis grandes pasos
la encontraré,
dentro de ti
o lejos de ti;
y ella me encontrarà,
la que no temblarà frente al amor,
la que estarà fundida
conmigo
en la vida o la muerte!