Questo sito contribuisce alla audience di

Rimorso per qualsiasi morte

"ci siamo spartiti come ladri/ il flusso delle notti e dei giorni..."

RIMORSO PER QUALSIASI MORTE

Libero dalla memoria e dalla speranza,
illimitato, astratto, quasi futuro,
il morto non è un morto: è la morte.
Come il Dio dei mistici1,
al Quale si devono rifiutare tutti i predicati,
il morto ubiquamente estraneo
non è che la perdizione e assenza del mondo.
Tutto gli abbiamo rubato,
non gli abbiamo lasciato ne un colore ne una sillaba:
qui è il patio che non condividono più i suoi occhi,
là e il marciapiede dove fu in agguato la sua speranza.
Perfino ciò che pensiamo
potrebbe stare pensandolo anche lui;
ci siamo spartiti come ladri
il flusso delle notti e dei giorni.

Tratto da: Jorge Luis Borges, Poesie (1923-1976), traduzione di Livio Bacchi Wilcock, Bur.