Questo sito contribuisce alla audience di

Marquez in sardo

Tradotto in sardo da Ivo Murgia il romanzo "Crónica de una muerte anunciada" dello scrittore colombiano premio Nobel per la letteratura.

Gabriel Garcia Marquez è uno degli scrittori più amati dal pubblico di tutto il mondo. La chiave del successo dei suoi romanzi e dei suoi racconti sta forse nell’incontro tra il mondo reale e quello fantastico, nella creazione letteraria di un “mondo altro” fatto di emozioni e passioni. Un mondo dove l’umanità dei personaggi emerge come categoria universale a prescindere dalla collocazione geografica e storica degli eventi narrati. Le storie di Marquez sono le storie di tutti i paesi che formano il mondo. Sono storie che spesso richiamano nell’inconscio quella dimensione perduta del sogno raccontato. Un linguaggio universale che tutti conosciamo, a cui tutti in un modo o nell’altro siamo legati. Ora questo viaggio nella fantasia realistica della letteratura universale si arricchisce di un’altra interpretazione, di un’altro punto di vista. E’ la traduzione in sardo, curata dallo scrittore e poeta Ivo Murgia, esperto e studioso di lingua sarda, alla sua seconda esperienza di traduzione dopo Contus Africanus (Racconti Africani). La letteratura sarda contemporanea si arricchisce quindi di un altro tassello fondamentale e coloro che amano davvero la lingua sarda potranno emozionarsi nel leggere la vicenda dell’omicidio di Santiago Nasar. Dalle pagine del Marquez che parla sardo ne emerge una “sensibilità tutta sarda, come se davvero lo scrittore sudamericano avesse scritto il racconto pensando alla Sardegna”. Tutto ciò è merito di Ivo Murgia, del suo lavoro e del suo amore infinito verso la Sardegna.

Continua sulla Guida di Lingua Sarda

Link correlati